SPETTACOLI IN PROGRAMMA

Pagina 1 di 1212345...10...Ultima »

Cenerentola – Castiglione della Pescaia">Cenerentola – Castiglione della Pescaia

27 DICEMBRE

ORE 16.00

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA

PALAZZO CENTURIONI

(CENTRO STORICO)

Una performance di teatro di narrazione, rivolta ai molto molto piccoli… ma non solo!
Filastrocche, canto, interazioni travestimenti, per un momento tutto da condividere
La quarta parete si infrange e il gioco drammatico dilaga sul pubblico dei bambini, per poi ricondursi allo spazio scenico e trasformare tutto…
in un grande palco!

 

 

INGRESSO GRATUITO

“IN NOME DELLA MADRE” – Montalto di Castro

14 DICEMBRE

ORE 21.00

“IN NOME DELLA MADRE”

reading musicale

da Erri de Luca

MONTALTO DI CASTRO (VT)

Complesso Museale San Sisto

Le notizie su Miriàm provengono dalle pagine di Matteo e di Luca. Ma non è scritto nei loro libri che nella stalla non c’erano levatrici. Miriam partorì da solae questo è il maggior prodigio della natività: la perizia di una giovane madre”.

INTERPRETI

Enrica Pistolesi, Luca Pierini, Daniela Marretti

CLARINETTO E VOCE

Francesco Melani

CHITARRA

Paolo MarI

                                               REGIA

                                  Daniela Marretti

“GUSTA LE PAROLE” – Travale

30 NOVEMBRE

ORE 18.30

“GUSTA LE PAROLE”

performance teatrale e aperitivo degustazione

testi tratti da Isabelle Allende, Pablo Neruda, Erri de Luca

TRAVALE (GR)

Il gusto di ascoltare le parole, di leggere mangiando, di bere con consapevolezza: la sensualità di un incontro dietro ai fornelli, la poesia e la passione, fusi in un percorso di monologhi ispirati a tre grandissimi autori e  alla raffinatezza di un contesto che illustra cosa  sia “mangiare bene”.

interpreti: Enrica Pistolesi, Luca Pierini, Daniela Marretti

NELL’AMBITO DELL’INIZIATIVA “IL MANGIACULTURA”
ORGANIZZATO DA COMUNE DI MONTIERI, CASTANEA, CENTRO DI LINGUA E CULTURA ITALIANA E DALL’A.T.T., ASSOCIAZIONE TURISTICA DI TRAVALE

L’autunno a tavola

convegno sulla gastronomia

a partire dalle ore 16.30

(espandi la locandina per vedere il programma)

CIASCUN SUONI, BALLI E CANTI…

28 SETTEMBRE ORE 18.00

“CIASCUN SUONI, BALLI E CANTI…”

canti, facezie e rime, un viaggio nella letteratura del ’400

performance site specific di lettura scenica con musica dal vivo

MUSEO ARCHEOLOGICO GROSSETO

Giardino dell’Archeologia,

via Ginori, evento a numero chiuso, ingresso gratuito

Un viaggio alla scoperta di un mondo letterario e culturale che sa destreggiarsi tra antichità e modernità, tra scherzi e profondità, ironia e sacralità, in una tensione che parla dell’uomo e della donna, che al di là dei limiti temporali e culturali, riemergono nuovi, realistici e carichi di sarcasmo

con

Daniela Marretti

Luca Pierini

Enrica Pistolesi

Mirio Tozzini

e con

Francesco Melani

(clarinetto e voce)

Tommaso Imperio

(chitarra)

regia

Mario Fraschetti

Informazioni e prenotazioni 0564/488752

Nel caso di maltempo, l’iniziativa si svolgerà alla stessa ora al Museo Archeologico.

Notte europea delle ricercatrici e dei ricercatori in Toscana, iniziativa promossa dalla Commissione europea per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca.

A VEGLIA – Ribolla

15 SETTEMBRE ORE 20.30

“A VEGLIA”

CIRCOLO ARCI

RIBOLLA (GR)

il mondo magico della tradizione popolare, uno spettacolo in divenire che nasce dall’incontro con le storie raccontate dagli attori del teatro studio e quelle raccontate dal pubblico, incentrare sugli elementi magici e soprannaturali della tradizione locale

in collaborazione con Arci e Agrimonia, col contributo della Regione Toscana


INTERPRETI

Enrica Pistolesi, Luca Pierini,  Daniela Marretti

REGIA E CONDUZIONE

Mario Fraschetti

far finta di essere Gaber – Mathi Canavese (TO)

21 SETTEMBRE ORE 21.30

“FAR FINTA DI ESSERE GABER”

testi e canzoni Gaber-Luporini

MATHI CANAVESE (TO)

TEATRO CANZONE

da una idea di Cosimo Postiglione e Mirio Tozzini

regia

Cosimo Postiglione

con

Mirio Tozzini, Luca Pierini, Cosimo Postiglione

arrangiamenti musicali e chitarra

Paolo Mari

DEI ed EROI in Maremma – Manciano

20 SETTEMBRE ORE 17.00

“DEI ED EROI IN MAREMMA”

 Biblioteca Comunale Manciano (Gr)

CONFERENZA SPETTACOLO

BIBLIOTECA COMUNALE DI MANCIANO

“A. Morvidi”

relatori: Massimo Cardosa e Francesca Lotti

voci recitanti

Daniela Marretti, Luca Pierini, Mirio Tozzini,    Enrica Pistolesi

A VEGLIA – Civitella Marittima

25 AGOSTO ORE 21.00

“A VEGLIA”

CIRCOLO ARCI CIVITELLA MARITTIMA (GR)

il mondo magico della tradizione popolare, uno spettacolo in divenire che nasce dall’incontro con le storie raccontate dagli attori del teatro studio e quelle raccontate dal pubblico, incentrare sugli elementi magici e soprannaturali della tradizione locale

in collaborazione con Arci e Agrimonia, col contributo della Regione ToscanaInterpreti:

INTERPRETI

Enrica Pistolesi, Luca Pierini, Francesco Melani, Daniela Marreti

REGIA

Mario Fraschetti

MIGRAZIONI – Vulci 11 agosto 2019

LA DATA DELLO SPETTACOLO

“MIGRAZIONI”

PREVISTA PER IL 28 LUGLIO, E’ STATA RINVIATA,
CAUSA ALLERTA METEO,
ALL’ ‘11 AGOSTO 2019.

11 AGOSTO 2019 ORE 18.00

MIGRAZIONI

STORIE DI DONNE, UOMINI E DESTINI

   

Il Fascino delle Rovine, un sipario che si alza da oltre un ventennio nei suggestivi spazi archeologici della Maremma,

torna a Vulci per il terzo anno consecutivo.

NELLO SPLENDIDO E VARIEGATO SCENARIO DEL PARCO NATURALISTICO E ARCHEOLOGICO DI VULCI,

IL TEATRO STUDIO HA REPLICATO “ILIADE”, PRESSO LA TOMBA “CUCCUMELLA”, E “LA PACE” PRESSO LE VESTIGIA DELLA “PORTA OVEST”,

METTENDO COSI IN RISALTO IL PATRIMONIO CHE VULCI RAPPRESENTA E CONTIENE E DANDO COSI’ UNA FORZA SEMPRE NUOVA AGLI ALLESTIMENTI.

 

L’ULTIMO SPETTACOLO IN PROGRAMMA,

“MIGRAZIONI”  STORIE DI DONNE, UOMINI E DESTINI,

PREVISTO PER IL 28 LUGLIO E’ STATO RINVIATO CAUSA ALLERTA METEO,

SI TERRA’ IL GIORNO 11 AGOSTO ALLE ORE 18.00.

L’ITINERARIO STABILITO PREVEDE L’UTILIZZO, PER ALCUNE SCENE, DELLA FANTASTICA CORNICE NATURALISTICA DEL LAGO DEL PELLICONE SUL FIUME FIORA, OLTRE AD ALTRI SUGGESTIVI ANGOLI PAESAGGISTICI DEL PARCO.


 

Il Fascino delle Rovine, un sipario che si alza da oltre un ventennio nei suggestivi spazi archeologici della Maremma, torna a Vulci per il terzo anno consecutivo.


Raccogliere il lavoro de “Il Fascino delle Rovine”,
è stata una idea della direzione
e della gestione del Parco di Vulci,
rispettivamente e sapientemente curate da Carmelo Messina ed Emanuele Eutizi. La sensibilità dell’Assessora alla Cultura del Comune di Montalto di Castro, Silvia Nardi e del suo team, ha reso possibile la realizzazione di questi eventi ed ha aperto la strada ad una fruizione nuova del Parco.

INFORMAZIONI

biglietteria del Parco 0766870179 info@vulci.i

www.vulci.it

biglietto euro 10,00 – ingresso gratuito per i minori di 14 anni

Approfondimenti Rassegna IL FASCINO DELLE ROVINE

FASCINO ROVINE 2019

IL FASCINO DELLE ROVINE 2019

XXIV EDIZIONE

PORTA FIORENTINA  Saturnia (GR)

21 giugno 2019 – ore 18.00 “ILIADE”

 

PARCO ARCHEOLOGICO DI VULCI – Montalto di Castro (VT)

7 luglio 2019 – ore 18.00 “ILIADE”

14 luglio 2019 – ore 18.00 “LA PACE” di Aristofane

28 luglio RIMANDATO per maltempo a 11 agosto 2019 – ore 18.00 “MIGRAZIONI”


 PARCO ARCHEOLOGICO DI SOVANA TOMBA ILDEBRANDA – Sovana (GR)

3 agosto 2019 – ore 18.00 “FRAMMENTI”

 

Il Fascino delle Rovine è un sipario che si alza da oltre un ventennio nei suggestivi spazi archeologici della Maremma, sarà prima presso la Porta Fiorentina di Saturnia con lo spettacolo ILIADE, successivamente nell’area archeologica di Vulci con ILIADE, LA PACE di Aristofane e MIGRAZIONI da Erri de Luca, Eschilo ed Euripide, ed infine presso la Tomba Ildebranda di Sovana (GR) con lo spettacolo FRAMMENTI.

 

Il lavoro del Teatro Studio, che ha portato in scena tutto Eschilo, Euripide, ma anche lavori più contemporanei, o lavori del tutto originali, percorrendo strade antiche, boschi, parchi naturali (si ricordano Baccanti e Sette contro Tebe e Cassandra, sulla terra calda del Parco delle Biancane – Monterotondo Marittimo, per la particolare suggestione dovuta ai fumi dei soffioni). Occorrerebbe molto tempo per ripercorrere questa ricchissima esperienza del Teatro Studio.


Tuttavia, il lavoro del Teatro Studio, continua ad avere una sua specificità: quella dell’ambientazione nuda e cruda, che rende il “site specific” veicolo di forte esperienza per il pubblico, veicolo di condivisione e ritualità. Non si tratta infatti solo di adattare ad uno spazio l’allestimento in questione, ma di farlo con modalità veicolanti l’ascolto del pubblico nei confronti degli elementi. Lavorare di giorno, senza supporti tecnici, senza alterare gli spazi, trasforma l’evento in qualcosa che va al di là della fruizione di un’opera teatrale.

 

Approfondimenti Rassegna IL FASCINO DELLE ROVINE

 

 

Pagina 1 di 1212345...10...Ultima »