rassegne teatrali – altre

Rassegna Teatro Castagnoli 2015-2016

teatro castagnoli

FONDAZIONE TOSCANA SPETTACOLO onlus

COMUNE DI SCANSANO

 

Teatro Castagnoli

 

inizio spettacoli ore 18

 

 

Si apre la campagna abbonamenti per la nuova stagione del Teatro Castagnoli di Scansano.

Il cartellone 2015-2016 – come sempre organizzato da Comune di Scansano e Fondazione Toscana Spettacolo onlus, in collaborazione con Teatro Studio – è all’insegna del teatro d’autore e della commedia, due fil rouge che intercettano i gusti del pubblico, a testimonianza del valore che il teatro ha sul territorio come riferimento culturale.

 

L’inaugurazione è domenica 6 marzo con INFERNO NOVECENTO l’ultima produzione della compagnia Lombardi/Tiezzi, che ha per protagonisti Sandro Lombardi e David Riondino. Racconto visionario e appassionante costruito sul confronto fra i principali personaggi dell’Inferno e le grandi icone del Novecento. Un’interessantissima chiave di lettura del poema fondante della nostra cultura.

Sempre a marzo, domenica 20, arriva Andrea Zorzi che da pallavolista, giornalista, attore, ripercorre la propria vicenda sportiva trasformando il palcoscenico in un fantastico campo da pallavolo. LA LEGGENDA DEL PALLAVOLISTA VOLANTE è un viaggio nel mondo dello sport ma anche nella storia e nel costume del decennio tra gli anni Ottanta e Novanta.

Domenica 3 aprile, Alessandro Benvenuti è L’ATLETICO GHIACCIAIA, alias un anziano anarchico disorganizzato che come una pentola a pressione sembra esplodere per il desiderio di un antico ordine, portatore di un desiderio inconscio di disordine. “L’Atletico Ghiacciaia – scrive Benvenuti – è dedicato alla Toscana che non si vuole arrendere ai suoi stereotipi più beceri e macchiettistici. Ma è anche il racconto di com’era il calcio prima che l’avvento massiccio della televisione lo deformasse in quella industria da forzati del look e del pallone che è diventato”.

FAR FINTA DI ESSERE GABER, domenica 10 aprile, è uno spettacolo di Cosimo Postiglione di teatro-canzone dove vengono rappresentati gli aspetti sociali e le crisi individuali dell’uomo contemporaneo attraverso il pensiero e le canzoni di Giorgio Gaber.

La stagione si chiude domenica 17 aprile con TRE PEZZI…CENTO LIRE tratto dall’omonimo testo di Luciana Bellini. Lo spettacolo del Teatro Studio di Grosseto diretto da Mario Fraschetti, che ha curato anche l’adattamento teatrale, ripercorre il grande boom economico degli anni Cinquanta per scoprire oggi il nostro rapporto con la modernità, con i suoi privilegi e le sue contraddizioni.

 

biglietteria

intero € 12 – ridotto over 65 € 10 – speciale giovani under 30 € 8

prezzi abbonamento a n. 5 spettacoli

posto unico € 40 – speciale giovani under 30 € 30

prevendite

Ufficio Protocollo Comune di Scansano

lunedì – martedì – mercoledì – venerdì orario 10 – 13

giovedì orario 15 – 17; tel. 0564 509410 – 509405; la sera dello spettacolo presso la biglietteria del Teatro Castagnoli dalle ore 17.

 

info

Teatro Castagnoli

via XX Settembre, 15 – 58054 Scansano (GR)

cell. 348 2407816 – 389 8311492 – 392 0686787

Biblioteca Comune di Scansano

tel. 0564 507768

GIUBILANZA 2015 – Scansano

giullarate dario fo

GIUBILANZA

Festa di Medieval Ispiranza

A Scansano

Dal 14 a l6 Agosto

 

Si aprono il 14 agosto e proseguono fino alla notte del 16 agosto i festeggiamenti di “Giubilanza”, la festa dal sentore medievale che ogni anno si svolge a Scansano organizzata dalla Antica Contrada del Dentro.

Giubilanza, perché l’intenzione è quella di posare lo sguardo su quella parte luminosa che il periodo medievale ha lasciato con i suoi misteri, invenzioni, arte e musica per affermare con gioia che

un periodo apparentemente oscuro può essere fonte di nuovi fermenti e creazioni”.

Per questo la festa di Giubilanza sempre più si dedica all’arte in ogni suo aspetto, dal teatro alla danza, ai laboratori creativi per bambini e per adulti..ed ovviamente ai giochi in quanto momento di condivisione, incontro e gioia.

 

Il 14 agosto tutti sono invitati a partecipare alla costruzione di un grande Drago che diverrà il simbolo della Giubilanza di questo anno, proprio nell’ottica del “creare insieme”, nell’unire le diversità” per dar vita a qualcosa di nuovo…forte come un drago che porta con se il fuoco della conoscenza e della passione per la vita.

Ed a proposito di passione, in serale, lo spettacolo della Compagnia Chicchi d’Arte, ci farà sorridere e poetare sul tema dell’amore, con lo spettacolo serale alle ore 22:00 “Nei secoli dei Secoli…Strange Love”, rivisitando le più famose coppie della storia e riconoscendosi un po’ in ogni uomo e donna innamorato che ancora sogna e cerca di capire il mistero dell’amore.

 

Ogni giorno alle ore 17.00, Giubilanza ospiterà la Compagnia Teatrale del Teatro Studio, che con la poesia e l’amore per l’arte che li caratterizza da anni, allieteranno i vicoli del paese con Giullarate, poesie, novelle, racconti e ballate…. e che porteranno in scena, la sera del 15 agosto alle ore 22, lo spettacolo teatrale “Mistero Buffo” liberamente tratto da Dario Fò.

 

Il Teatro Studio, per questa edizione di Giubilanza, irrompe in strada con l’obbiettivo di   coinvolgere emotivamente il pubblico e di offrire un’occasione per conoscere quello che è stato, nello stile e nei contenuti, il teatro nelle sue forme popolari medievali: il teatro per la gente e tra la gente. Propone divertimento, satira, verità, comicità sfacciata e dissacrante, commozione, momenti di poetica umanità.

Lo fa presentando una serie di scene tratte da Mistero Buffo, scelte per la forza espressiva con cui gli attori si impongono al pubblico, per la graffiante comicità, per la satira pulsante, ma anche per i toni poetici, simbolici ed umani che caratterizzano questo esempio di teatro popolare, ancora perfettamente in grado di comunicare col presente.

 

Il 16 agosto sarà la volta dei poetici e buffi burattini della Compagnia Teatrale Saltapalchi con “Gigino e la Strega Inquinamonda”, uno spettacolo divertente per bambini ed adulti per riflettere sul tema assai importante di un bene prezioso come quello dell’acqua. Ed a seguire concerto e danze con il gruppo di musiche medievali i “Gratulantes”.

 

Dalle ore 10:30 fino a notte,  Giubilanza vi aspetta con il mercato medievale ed i suoi artisti itineranti, le locande dove gustare cibi della tradizione maremmana, le mostre d’arte ed in particolare i dipinti del “bestiario medievale” creati dalla acquarellista Paola Svetoni, i giovani tamburini, gli arcieri che vi faranno provare le tecniche del tiro con l’arco storico, il fascino dell’Arte della Spada Occidentale con esibizioni improvvisate e con momenti in cui poter apprendere alcune tecniche, le allegre melodie dei musici e le danze in cerchio a cui tutti possono partecipare liberamente e che ogni anno regalano momenti di divertimento intenso.

E tra un sorso di vino morellino e birra fresca, i cuori si rallegreranno nei giochi che verranno proposti nel pomeriggio tra cui “il Tornei degli Elfi e dei Giganti” nel quale genitori e figli potranno sfidarsi a suon di risate, e i “Ludi Giganti” tra cui il Giuoco dell’Oca e Filottus.

 

In un periodo difficile come quello che stiamo vivendo, che per tanti aspetti non pare tanto diverso dal periodo medievale, che più che secolo oscuro, è stato un secolo “oscurato” dal potere dei pochi rispetto alla vita dei tanti, Giubilanza vuole dire “non oscuriamo l’arte, la gioia, la condivisione, la semplicità del vivere, le passioni ed i sogni…diamo voce al Giubilo che è in noi, perché tante persone che “giubilano” insieme, possono cambiare le cose e far nascere qualcosa di nuovo.

NORMA, festival resistente

norma parenti arts & crafts

domenica 27 aprile ore 18.15 – Grosseto
SALA FRIULI - nell’ambito del Festival Resistente

NORMA

 

gli attori del Teatro Studio impegnati in una produzione di Arts & Crafts, scritta e diretta da Irene Paoletti

“Arts & Crafts” associazione di produzione teatrale Toscana,

presenta

la nuova produzione 2014, “NORMA, storia lirica di un’anima libera”

Lo spettacolo mette in scena gli ultimi mesi di vita di Norma Parenti, nata e vissuta a Massa Marittima, staffetta partigiana, madre, giovane ragazza coraggiosa e piena di speranze.
Tutto lo spettacolo si incentra nella Trattoria Roma, che lei portava avanti insieme a sua madre, e in mezzo alla ferocia fascista e tedesca lei, Norma, immensa, generosa, sprezzante delle regole e del pericolo. Un’eroina a viso aperto, mai fuggita, mai nascosta.

Lei ha un solo un rifugio, quello interiore, poetico, lieve, lontano da tutto il clamore della guerra che la circonda, delle armi e delle sirene: quello della musica lirica dell’opera Norma di Bellini che porta il suo nome, e in onore del quale era stata battezzata da suo padre 23 anni prima.

Norma madre di un bimbo di pochi mesi, è in questo spettacolo una madre grande, DONNA-MADRE di un’umanità che ha molto bisogno di essere abbracciata e protetta.

Protagonista è Norma e la trattoria della sua famiglia, che è l’estensione calda e accogliente della sua forza aggregatrice, ma allo stesso modo l’attenzione si incentra sulla figura della donna, estesa e arricchita anche dal personaggio della madre Roma che le è sempre a fianco e che ha condiviso con lei lo straziante momento del rastrellamento finale in cui lei perderà la vita, e la trattoria sarà distrutta.
L’uomo è di passaggio: tra fascisti in partenza e partigiani clandestini

Gli avventori fortuiti di questa trattoria sono il pubblico stesso, testimone di tutto dai tavoli apparecchiati; chi assiste resta coinvolto, e non può più fingere di non sapere.

In occasione del Settantenario della Resistenza italiana (1944-2014).

TESTO e REGÌA di IRENE PAOLETTI
Interpreti: Irene Paoletti, Enrica Pistolesi, Daniela Marretti, Silvia Schiavoni, Mirio Tozzini, Luca Pierini, Stefano Stefani, Cosimo Postiglione

norma parenti

http://www.festivalresistente.it/

Norma – Teatro del Borgo

norma parenti - resistenza - Teatro del Borgo

domenica 23 marzo ore 17,30 – Massa Marittima
(presso sala San Bernardino. Domus Bernardiniana, via S. Francesco)

2° Rassegna teatrale IL TEATRO DEL BORGO -  Massa Marittima 2013-2014

NORMA

TESTO e REGÌA di IRENE PAOLETTI
con Irene Paoletti, Enrica Pistolesi, Daniela Marretti, Silvia Schiavoni,
Mirio Tozzini, Luca Pierini, Stefano Stefani, Cosimo Postiglione

“Arts & Crafts” associazione di produzione teatrale Toscana,

presenta

per la 2° Rassegna teatrale Teatro del Borgo di Massa Marittima

la nuova produzione 2014, “NORMA, storia lirica di un’anima libera”

in prima nazionale.

Lo spettacolo mette in scena gli ultimi mesi di vita di Norma Parenti, nata e vissuta a Massa Marittima, staffetta partigiana, madre, giovane ragazza coraggiosa e piena di speranze.
Tutto lo spettacolo si incentra nella Trattoria Roma, che lei portava avanti insieme a sua madre, e in mezzo alla ferocia fascista e tedesca lei, Norma, immensa, generosa, sprezzante delle regole e del pericolo. Un’eroina a viso aperto, mai fuggita, mai nascosta.

Lei ha un solo un rifugio, quello interiore, poetico, lieve, lontano da tutto il clamore della guerra che la circonda, delle armi e delle sirene: quello della musica lirica dell’opera Norma di Bellini che porta il suo nome, e in onore del quale era stata battezzata da suo padre 23 anni prima.

Norma madre di un bimbo di pochi mesi, è in questo spettacolo una madre grande, DONNA-MADRE di un’umanità che ha molto bisogno di essere abbracciata e protetta.

Protagonista è Norma e la trattoria della sua famiglia, che è l’estensione calda e accogliente della sua forza aggregatrice, ma allo stesso modo l’attenzione si incentra sulla figura della donna, estesa e arricchita anche dal personaggio della madre Roma che le è sempre a fianco e che ha condiviso con lei lo straziante momento del rastrellamento finale in cui lei perderà la vita, e la trattoria sarà distrutta.
L’uomo è di passaggio: tra fascisti in partenza e partigiani clandestini

Gli avventori fortuiti di questa trattoria sono il pubblico stesso, testimone di tutto dai tavoli apparecchiati; chi assiste resta coinvolto, e non può più fingere di non sapere.

Arts & Crafts e Terziere di Borgo che organizza la Rassegna teatrale hanno deciso di

dare spazio alla memoria storica,

in occasione del Settantenario della Resistenza italiana (1944-2014).

ingresso €7,00

Per info e prenotazione:(+39)3294409451 Terziere di Borgo, Massa Marittima
www.associazioneartsandcrafts.it

rassegna teatrale Leggendaria


l’associazione ARTS & CRAFTS

è lieta di InvitarVi a partecipare all’evento
LeggendARIA TOSCANA

Festa della Toscana 2013

con la partecipazione del Consiglio Regionale della Toscana

 

domenica 22 dicembre a partire dalle ore 18,00
presso lo SPAZIO 72, via Ugo Bassi 72, Grosseto

L’associazione Arts & Crafts organizza con la compartecipazione del Consiglio regionale della Toscanaun evento artistico sul tema delle leggende della Toscana. “Le mille voci della Toscana” sono rivisitate nella chiave della tradizione storica della nostra regione e in particolare del territorio maremmano attraverso il filone delle leggende, che nella maggior parte dei casi risalgono alla tradizione medioevale. L’evento è ricco di iniziative e di collaborazioni con associazioni e artisti del territorio grossetano e toscano che renderanno densa e appassionante la serata: dalla mostra di disegno sul personaggio di San Guglielmo (Arte Invisibile) allo spettacolo di teatro e musica sulla vita del Santo di Malavalle (Compagnia Teatro Studio), alla musica dell’artista Marco Viti Benocci.Immancabile la presenza dell’Archivio delle tradizioni popolari della Maremma grossetana, così come della casa editrici EFFIGI con la sua vasta offerta di libri sul tema delle leggende del territorio maremmano e toscano.Per estendere l’immaginario delle leggende dalla Maremma all’intera Toscana, è prevista la proiezione del docu-film Mistery Tuscany, suggestiva opera dei registi Mignolo e Megna.

La serata sarà arricchita da uno stand di degustazione dei pregiati vini
della cantina LA CURA, della località Cura Nuova (Massa Marittima), e anche da una cena buffet preparata dallo chef Ginetto Morganti.

La partecipazione all’evento è GRATUITA. Entrata a offerta.

Per qualsiasi informazione rivolgersi a
Ufficio ORGANIZZAZIONE di Arts & Crafts
Aurora Cammarata +39 3473200976 info@associazioneartsandcrafts.it
rassegna teatrale

http://www.associazioneartsandcrafts.it

rassegna teatrale “IL TEATRO DEL BORGO”

terziere di borgo

 

2° Rassegna teatrale
IL TEATRO DEL BORGO

Massa Marittima 2013-2014

 

Grazie al successo dell’edizione dello scorso anno, anche quest’anno il Terziere di Borgo di Massa Marittima ha voluto ripetere l’esperienza con una nuova rassegna teatrale con un programma che comprende ben cinque appuntamenti per la fine del 2013 ed inizio 2014.

Grazie alla collaborazione con l’associazione culturale Arts & Crafts, Irene Paoletti ha curato la direzione artistica della manifestazione per il Terziere di Borgo ed è stato messo a punto un ricco calendario per la stagione teatrale:

domenica 27 ottobre ore 17,00 PINOCCHIO regia M. Fraschetti, Teatro Studio, Gr. E‘ un viaggio nell’opera di Collodi attraverso il teatro e l’animazione. Lo spazio scenico diventa la platea, e la platea spazio scenico con regole che si infrangono e si ricompongono in un contatto reale e giocoso tra bambini e attori nell’evento teatrale.

sabato 14 dicembre ore 21,30 LAPSUS IN FABULA, di e con Cosimo Postiglione
Una mosca gourmet, un pappagallo che non riesce a ripetersi, un virus misantropo e replicante, una lumaca con una crisi d’identità sessuale… questi ed altri animali si raccontano attraverso le loro nevrosi e le proprie stramberie. Il linguaggio ironico si accompagna allo slang scientifico e l’incanto delle favole classiche finisce con un colpo di scena cinico e spiazzante come succede nei sistemi naturali e nella vita di ogni uomo.

sabato 18  gennaioore 18,30 ABISSI CLANDESTINI, produz. Arts & Crafts. Spettacolo di narrazione (Irene Paoletti), danza (Elisa Bartoli) e musica originale (Emanuele Bocci) sul tema del “naufragio fantasma” di Portopalo del Natale 1996 e sul dramma degli sbarchi clandestini.

domenica 16 marzoore 17,30 CHI L’HA VISTA, evento speciale con spettacolo teatrale del Gruppo Giovani del Terziere di Borgo.

domenica 23 marzoore 17,30 NORMA produzione 2014 di Arts & Crafts in PRIMA NAZIONALE. Spettacolo in memoria della partigiana Norma Parenti, Medaglia d’Oro al Valor Militare: è una madre, una giovane ragazza coraggiosa e piena di speranze, un’eroina a viso aperto, mai in fuga, mai nascosta, sprezzante delle regole e del pericolo. Tutto lo spettacolo si incentra nella Trattoria Roma, potente canale di comunicazione di Norma verso l’esterno. Lì succedeva tutto: gli scambi di comunicazione, di viveri, di armi tra i partigiani, il luogo di nascondiglio e asilo per molti di loro; la propaganda, le conversioni dei soldati alla macchia.
NORMA, la storia lirica di un’anima libera.


 

Per info e prenotazione:(+39)3294409451
www.associazioneartsandcrafts.it

teatro del ciliegio – stagione teatrale 2012

MONTEROTONDO MARITTIMO (GR)

stagione teatrale 2012

 

 

Una mini-stagione al Teatro del Ciliegio di Monterotondo Marittimo diretta dall’associazione MosaicoArte e inserita nel cartellone di eventi Libero Circuito sostenuto dalla Regione Toscana e dalle Province di Siena e di Grosseto, oltre ai singoli Comuni. Si tratta di tre appuntamenti di grande spessore culturale fortemente voluti dal Comune, che — nonostante il periodo di crisi economica — si sta impegnando per mantenere viva l’attività teatrale professionale”. Il primo spettacolo è in programma sabato 17 alle 21.15, si tratta di Pamper Me della compagnia ReSpirale Teatro, giovane e brillante formazione di Bologna, finalista al Premio Scenario 2011 con la sua ultima produzione. Pamper me (traducibile circa con“viziami”) è un’intrigante riflessione sui desideri dell’uomo, attraverso il resoconto dettagliato e fedele di una crociera-extralusso-sette-notti-ai-caraibi.. Un quadro surrealista sulla lussuria incontenibile che guida il nostro desiderio atavico di essere viziati.

Questo è un momento storico molto difficile — dice Chiara Bindi che si occupa della direzione artistica della mini-stagione teatrale —:   ci troviamo a fare i conti un fallimento politico gravissimo del nostro Paese e con una grande crisi economica ma soprattutto culturale. Una crisi di valori, che la corruzione dilagante certo non aiuta a superare. Il disorientamento è evidente, per questo pensiamo che resistere nel fare cultura, sia fondamentale, soprattutto mantenendo vivi strumenti di rete (come ad esempio Libero Circuito), che permettono il confronto e stimolano a reagire. La stagione propone compagnie nuove per il nostro territorio, come ReSpirale, e Pop.Opera, ma anche storiche come il teatro Schabernack, componendo un cartellone  all’insegna di un teatro ironico e intelligente, quello di cui credo abbiamo bisogno  per ‘sotterrare’ con un sorriso questa crisi “. Gli altri appuntamenti sono in programma sabato 24 novembre alle 21.15 (Onora il padre e la madre, Pop.Opera) e sabato 1 dicembre alle 21,15 (Ribellioni dal basso, Schabernack). Per informazioni: www.liberocircuito.it

 

teatro degli unanimi – stagione teatrale 2012

ARCIDOSSO (GR)

compagnia teatrale schabernack

 

libero circuito

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TEATRO SCHABERNACK

www.schabernack.it

 

LIBERO CIRCUITO – Rete di Teatri Indipendenti

www.liberocircuito.it

Rassegna Teatrale TEATRO STUDIO/SPAZIO 72 – 2011-2012

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA CURIOSA STORIA DI GREGOR SAMSA

SCHEDA ARTISTICA

Contenuti                                                                                                                                                                        “La metamorfosi” è forse il racconto più conosciuto di Kafka.
Narra la storia di un modesto impiegato, Gregor Samsa,  che un giorno si sveglia e si accorge di essersi trasformato in uno scarafaggio ripugnante ed abbietto. La trasformazione è irreversibile…
Nell’opera confluiscono due tra le tematiche più rappresentative della poetica del grande scrittore: da un lato l’alienazione e la spersonalizzazione che la società impone ai suoi membri, dall’altro il rapporto problematico con la famiglia che si risolve nell’annientamento totale delle aspirazioni.
In questa riscrittura, il racconto viene considerato dall’ottica della madre e della sorella aprendo ulteriori e interessanti problematiche, prima tra tutte quella della gestione della “diversità”.

Messa in scena
La rappresentazione raffinata e minimale, si svolge su una scena spoglia,  che si carica via via del disagio, della mal celata angoscia di una famiglia piccolo borghese, costretta a gestire qualcosa di inaspettato e troppo distante da se’.
L’analogia con ogni possibile forma di diversità emerge fin dalle prime battute – un figlio disabile, una figlia drogata, un anziano non autosufficiente – ce n’è per tutti,  qualunque sia la proiezione che ogni singolo spettatore ne farà. In un fragile equilibrio, tra minimalismo e pathos, i quattro interpreti si muovono sulla scena secondo uno schema semplice, ma molto preciso, come il tempo che scorre, oppure non scorre, alternando racconto e commento, dialogo diretto e pensiero. Lo schema temporale è lievemente distorto, fatto di presente e passato, a sottolineare la perdita di identità che appartiene forse più alla famiglia che al caro Gregor,  una famiglia disperatamente attaccata alle convenzioni,  così tanto da vedere nella rimozione la sola via di soluzione.