admin

Pagina 4 di 18« Prima...23456...10...Ultima »

GUERRA INFINITA – Festa della Toscana 2015

celebrazioni centenario prima guerra mondiale

FIGLI DI QUESTA TERRA

Festa della Toscana 2015
Spettacoli, reading, laboratori

FESTA DELLA TOSCANA 2015

Con la compartecipazione del Consiglio regionale della Toscana

TEATRO CASTAGNOLI DI SCANSANO
DOMENICA 21 FEBBRAIO ORE 17.00
Guerra Infinita – Teatro Studio
Spettacolo teatrale

Realizzato con la Compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana.

Un lavoro che prende le mosse da suggestioni storiche del Primo Conflitto Mondiale per approdare alla denuncia della follia che ha mosso e muove il perpetuarsi della guerra e delle guerre nella nostra società.

GUERRA INFINITA «La guerra ha accompagnato il cammino dell’umanità come un morbo. La Grande Guerra divorò una generazione di giovani uomini, dimezzò le capacità industriali di tante nazioni e, cento anni dopo, ben più di cento milioni di morti sono direttamente o indirettamente attribuibili a quella guerra: da lì sfociarono i totalitarismi e il mondo imboccò l’imbuto che lo condusse alla Seconda Guerra Mondiale. Quell’infernale carneficina avviò il suicidio dell’Europa, allora continente prospero e colto, e aprì le porte al secolo americano. Autodistruzione allo stato puro, su cui è il caso di ritornare con la memoria per riflettere (…) »

Andrea Rebora, storico e scrittore, scrive a proposito della drammaturgia di Mario Fraschetti: “Ho letto tutto d’un fiato il tuo testo teatrale e l’ho trovato davvero bellissimo, estremamente coinvolgente e soprattutto capace di condensare in alcune pagine tutta l’essenza della guerra con la drammatica esperienza dei combattenti, la violenza, la morte e le diverse reazioni individuali di fronte a tali realtà. Se davvero e indirettamente con il mio libro ho contribuito in minima parte alla genesi di questo lavoro ne sono orgoglioso (…)”

NOTE DI REGIA
Nell’allestimento del Teatro Studio i linguaggi espressivi si rincorrono e tracciano due solchi paralleli: il realismo da una parte e il grottesco dall’altra. I quadri si frantumano come la mente del protagonista, che non distingue più la vita dal sogno, dall’incubo, dal trauma. Tempi lenti, come sospesi, come la vita di un soldato, come la mente di un reduce. Attimi di frenesia, alterazione, come in un campo di battaglia. Dialoghi naturalistici, situazioni surreali, comunicazione corporea e gestuale come lieve contrappunto al testo, in cui le distorsioni espressive rivelano le aberrazioni della storia.

Interpreti:
Enrica Pistolesi
Luca Pierini
Mirio Tozzini
Daniela Marretti
Cosimo Postiglione
Stefano Stefani
Michela Pii

Scenografia (video):
Ugo Capparelli

Drammaturgia e regia:
Mario Fraschetti
figli di questa terra

figli di questa terra grosseto

rassegna 2015-16 FRAMMENTI DI STELLE

omosessuali rom donne shoahRASSEGNA SPAZIO 72

V EDIZIONE 2015-2016 

piéces teatrali, reading musicali, monologhi, teatro di figura e narrazione per bambini

Al suo quinto anno consecutivo, riparte la Rassegna Teatrale del Teatro Studio di Grosseto, con la collaborazione del Circolo Arci Khorakhané.

Presso Spazio72, via Ugo Bassi 72, 74 a Grosseto

domenica 31 gennaio

reading musicale

 “Frammenti di Stelle”

omosessuali, rom, donne nel firmamento della Shoah

Teatro Studio

con Enrica Pistolesi, Luca Pierini, Daniela Marretti

 Massimo Pallini (chitarra)

.

 

Lo sterminio dei triangoli rosa, così come quello di ebrei, rom, disabili e avversari politici, ha rappresentato lo scoperchiamento del vaso di Pandora, la valvola di sfogo di pensieri inconfessabili che non erano estranei alla società dell’epoca. Con FRAMMENTI di STELLE, il Teatro Studio di Grosseto, come in molti altri suoi lavori tra ricerca storica e interpretazione del presente, dà voce al non detto, offrendo musica e parole a questa terribile pagina della storia, per ridefinire e sovvertire il concetto di razza-una sola, quella umana-, impiantando nell’oggi una nuova cultura, una nuova comprensione.

E’ con questo reading, che il Teatro Studio dedica un evento della propria rassegna – quello di domenica 31 gennaio, alle ore 18 – a ciò che è doveroso NON dimenticare, alla MEMORIA di un genocidio, il più vicino a noi, che ha coinvolto direttamente il popolo italiano insieme agli altri, che però diventa emblema di tutti i genocidi che sono stati perpetrati e continuano ad esserlo in tante parti del mondo. Se ripercorrere l’accaduto serve a ricordare, ancora più deve servire a riconoscere nel presente gli errori del passato, il loro perpetuarsi incomportamenti di chiusura, giudizio, diffidenza, intolleranza, prevaricazione, violenza.

Frammenti di Stelle è una performance a tre voci con musica dal vivo, con Daniela Marretti, Luca Pierini, Enrica Pistolesi e, alla chitarra elettrica, Massimo Pallini, in un format che si colloca a metà tra il documentario e la lettura espressiva, costellato da dialoghi, poesie e brani tratti da romanzi storici, in ricordo dello sterminio del popolo ebraico, dei deportati militari, politici italiani nei campi nazisti.‬‬ La ricerca storica è stata curata da Enrica Pistolesi, l’adattamento dei testi e la regia da Daniela Marretti.‬‬
Se gli oscurantismi della storia sono tanti, se i non detti del presente obnubilano la comprensione della realtà, la via per la risoluzione inizia sempre col fare luce.

 

Di seguito I PROSSIMI EVENTI

(non in ordine di data ma per suddivisione bambini/adulti)

BAMBINI

 

domenica 21 febbraio

burattini

 “Lillo Lallo e la Guerra”

Compagnia Teatrale Saltapalchi

con Esther Cerri e Lucio Fontani

domenica 20 marzo

piccoli pupazzi e ombre

“Mondo Sottomarino”

Il Bernoccolo

con Miguel Rosario e Esther Cerri

ideazione, pupazzi e regia, Miguel Rosario

——————-

ADULTI

 

domenica 31 gennaio

reading musicale

 “Frammenti di Stelle”

omosessuali, rom, donne nel firmamento della Shoah

Teatro Studio

con Enrica Pistolesi, Luca Pierini, Daniela Marretti

 Massimo Pallini (chitarra)

venerdì 12 febbraio

evento gratuito

PRESENTAZIONE DISCO

Paolo Mari  e David  Domilici

(chitarra e percussioni)


domenica 28 febbraio

spettacolo adulti, teatro e danza

“E’ arrivato Zampano’!”

Arts&Crafts

con Mirio Tozzini e Isabella Tattarletti

regia, Irene Paoletti

 

domenica 3 aprile

spettacolo per adulti, comico poetico

…Strange love…

Chicchi d’Arte

con Valeria Petri ed Emanuele Culotta

ideazione e regia Valeri Petri

Informazioni: TEATRO STUDIO – Via Ugo Bassi n.72 – ingresso 8,00€

prenotare al 392.0686787 – email teatrostudio@gmail.com

 

FESTA DELLA TOSCANA

frammenti di stelle omosessuali rom donne nel firmamento dello shoha

FIGLI DI QUESTA TERRA

Festa della Toscana 2015
Spettacoli, reading, laboratori

MUSEO ARCHEOLOGICO di SCANSANO
SABATO 28 NOVEMBRE ore 17.00
 “Quella puttana de condanna a mmorte…”
la pena di morte nella Roma di Gioacchino Belli
di e con Emanuele Coglitore
Presentazione e Reading musicale
A cura di Emanuele Coglitore, Mario Fraschetti, Francesco Melani
Con la partecipazione di Amnesty International

TEATRO CASTAGNOLI DI SCANSANO
VENERDI’ 22 GENNAIO ore 9.00
Abissi Clandestini – Arts&Craft
Scuola Secondaria Primo Grado di Scansano
Spettacolo teatrale

BIBLIOTECA “A. MORVIDI” DI MANCIANO
MERCOLEDI’ 27 GENNAIO ORE 18.00
Frammenti di Stelle – Teatro Studio
Omosessuali, donne, rom nel firmamento della Shoah
Reading musicale

BIBLIOTECA “A. BUSATTI” DI SCANSANO
SABATO 30 GENNAIO ORE 17.00
Frammenti di Stelle – Teatro Studio
Omosessuali, donne, rom nel firmamento della Shoah
Reading musicale

SCUOLA PRIMARIA “E.TOTI” GROSSETO
MERCOLEDI’ 10 FEBBRAIO ORE 10.00
Lillo Lallo e la Guerra – Saltapalchi
Spettacolo di burattini

TEATRO CASTAGNOLI DI SCANSANO
GIOVEDI’ 11 FEBBRAIO ORE 10.00
Il Demone della Montagna Nera – Teatro Studio
Una fiaba sul coraggio di essere se stessi
Scuola dell’Infanzia di Scansano
Spettacolo teatrale

SCUOLA PRIMARIA DI POMONTE
MERCOLEDI’ 17 FEBBRAIO ORE 10.00
Lillo Lallo e la Guerra – Saltapalchi
Spettacolo di burattini

TEATRO CASTAGNOLI DI SCANSANO
DOMENICA 21 FEBBRAIO ORE 17.00
La Guerra Infinita – Teatro Studio
Spettacolo teatrale

SCUOLA PRIMARIA DI SCANSANO
MERCOLEDI’ 24 FEBBRAIO ORE 10.00
Lillo Lallo e la Guerra – Saltapalchi
Spettacolo di burattini

SCUOLA DELL’INFANZIA SCANSANO
Laboratori espressivi e incontri di lettura sul tema differenza e integrazione
Chicchi d’arte e Ass. Inventarte

figli di questa terra

figli di questa terra grosseto

laboratorio arte del clown – 2015-2016

teatro schabernack


“IL CLOWN – LA SCOPERTA DEL NASO”

laboratorio propedeutico all’arte del clown
con  /Teatro Schabernack

Il clown non è un ruolo teatrale – è uno stato d’animo.
Il naso rosso può aiutare la trasformazione dell’essere razionale in essere ingenuo. Può aprire una porta nell’interiorità per scoprire lo spazio dove c’è gioco, leggerezza, fantasia, amore.
Il clown tenta l’impossibile, anche in un solo giorno. (Angelika George)

Primo appuntamento allievi avanzati: sabato 16 gennaio 2016

Primo appuntamento allievi principianti: sabato 30 gennaio 2016

Le iscrizioni sono aperte ancora aperte.

Elementi di lavoro:
- preparazione psicofisica;
- diventare attenti e disponibili, dare attenzione al proprio “essere”,  entrare in contatto con lo spazio, il tempo e il gruppo.
- “assaggi “di tecniche teatrali alla ricerca dell’autenticità:
presenza , ascolto, lʼimmaginazione, l’empatia …
- “assaggi” di tecniche teatrali alla ricerca della spontaneità,
il ritmo, Il “ping-pong”, la “libera associazione“…
- “assaggi” di tecniche teatrali alla ricerca del comico:
il “corpo ridicolo” , I livelli di energia, la “suspense“ …
- “assaggi” di tecniche del clown:
schiaffi e altri divertimenti, azione/reazione, ridere e piangere, conflitto e complicità, l’oggetto, il fallimento.

Gli esercizi attenenti agli elementi sopracitati sono svolti sia in gruppo che a coppie o individualmente. Ogni incontro avrà una sua struttura, ma ovviamente si baserà sulle esperienze fatte in quello precedente.

Per partecipare non sono richieste esperienze teatrali, ma la disponibilità a mettersi in gioco. I partecipanti devono portare vestiti comodi.

Luogo: Grosseto presso i locali di Spazio 72 in via Ugo Bassi n.72.

Orario: dalle ore 15.00 alle ore 18.00, con piccola pausa

Per il terzo anno consecutivo, il Teatro Schabernack in collaborazione con Teatro Studio-Spazio72-Khorakhané, riapre a Grosseto i laboratori sull’arte del clown.

Siete intanto invitati a delle lezioni per poter osservare il lavoro proposto.

informazioni: info@schabernack.it cell. 333 5397672 Angelika

http://www.schabernack.it/

 

iscrizioni: teatrostudio@gmail.com cell. 392.0686787

La Maremma racconta la Grande Guerra

 

spettacolo teatrale prima guerra mondiale guerra infinitaTeatro degli Industri Grosseto

venerdì 29 gennaio 2016 – ore 11.00

GUERRA INFINITA

Il giorno 29 gennaio 2016 alle ore 11.00, in collaborazione col Comune di Grosseto e la Prefettura, nell’ambito della celebrazioni per La Grande Guerra, il Teatro Studio debutterà al Teatro degli Industri di Grosseto con lo spettacolo Guerra Infinita, un lavoro che prende le mosse da suggestioni storiche del Primo Conflitto Mondiale per approdare alla denuncia della follia che ha mosso e muove il perpetuarsi della guerra e delle guerre nella nostra società.

GUERRA INFINITA  « La guerra ha accompagnato il cammino dell’umanità come un morbo. La Grande Guerra divorò una generazione di giovani uomini, dimezzò le capacità industriali di tante nazioni e, cento anni dopo, ben più di cento milioni di morti sono direttamente o indirettamente attribuibili a quella guerra: da lì sfociarono i totalitarismi e il mondo imboccò l’imbuto che lo condusse alla Seconda Guerra Mondiale. Quell’infernale carneficina avviò il suicidio dell’Europa, allora continente prospero e colto, e aprì le porte al secolo americano. Autodistruzione allo stato puro, su cui è il caso di ritornare con la memoria per riflettere (…) »

Andrea Rebora, storico e scrittore, scrive a proposito della drammaturgia di Mario Fraschetti:“Ho letto tutto d’un fiato il tuo testo teatrale e l’ho trovato davvero bellissimo, estremamente coinvolgente e soprattutto capace di condensare in alcune pagine tutta l’essenza della guerra con la drammatica esperienza dei combattenti, la violenza, la morte e le diverse reazioni individuali di fronte a tali realtà. Se davvero e indirettamente con il mio libro ho contribuito in minima parte alla genesi di questo lavoro ne sono orgoglioso (…)”

NOTE DI REGIA
Nell’allestimento del Teatro Studio i linguaggi espressivi si rincorrono e tracciano due solchi paralleli: il realismo da una parte e il grottesco dall’altra. I quadri si frantumano come la mente del protagonista, che non distingue più la vita dal sogno, dall’incubo, dal trauma. Tempi lenti, come sospesi, come la vita di un soldato, come la mente di un reduce. Attimi di frenesia, alterazione, come in un campo di battaglia. Dialoghi naturalistici, situazioni surreali, comunicazione corporea e gestuale come lieve contrappunto al testo, in cui le distorsioni espressive rivelano le aberrazioni della storia.

interpreti:
Enrica Pistolesi
Luca Pierini
Mirio Tozzini
Daniela Marretti
Cosimo Postiglione
Stefano Stefani
Michela Pii

Scenografia (video):
Ugo Capparelli

Drammaturgia e regia:
Mario Fraschetti

EVENTO GRATUITO

spettacolo teatrale prima guerra mondiale

IL LUPO – proiezione del film di Lorenzo Antonioni

il lupo lorenzo antonioni

GROSSETO 27 GENNAIO 2016

CINEMA STELLA

DOPPIA PROIEZIONE

ORE 17.00 E ORE 18.30

 

IN OCCASIONE DELLA

“GIORNATA DELLA MEMORIA”

L’ISTITUTO SUPERIORE POLO BIANCIARDI CON IL PATROCINIO DEL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE

PRESENTA LA PRIMA PROIEZIONE DEL FILM

IL LUPO

Regia Lorenzo Antonioni

Soggetto e sceneggiatura: classe 4 B Professionale Grafico

Si intitola IL LUPO, il cortometraggio realizzato dal Polo Bianciardi, che si presenterà in anteprima il giorno della memoria per ricordare i fatti accaduti tra il 1943 e il 1944 nel campo di internamento di Roccatederighi. La trama è basata sull’amicizia tra Albert e Sandro, due piccoli prigionieri. Nei folti boschi maremmani si aggira un lupo che incute molto timore ai bambini, ma presto i due amici si renderanno conto che ciò che ritenevano essere il pericolo più grande -il lupo- si riveli, in realtà, un pregiudizio. Su di loro incombe un pericolo ben peggiore…

Il soggetto nasce dalla testimonianza di uno dei sopravvissuti, dalla ricerca effettuata nell’archivio di Stato di Grosseto e ricorda la memoria della storia della nostra provincia.

Il regista Lorenzo Antonioni, della classe 5° A tecnico grafico, ha sperimentato un suo stile cinematografico, con un linguaggio poetico e riflessivo, senza timore di utilizzare tecniche complesse, come il piano sequenza con molti attori ed ha curato tutte le fasi di realizzazione e post produzione del film, inclusa la composizione di musiche originali.

francesco scaia

Il progetto del Polo Bianciardi che vede coinvolte alcune classi del Professionale grafico e amministrativo, del Tecnico grafico e del Liceo Musicale, guidate dalla prof.ssa Laura Ciampini, ha vinto già vari premi: il soggetto ha vinto il concorso letterario “Le cose giuste” bandito dal Festival Resistente di Grosseto, e il racconto su cui è basato il film è stato recentemente pubblicato da Effigi nel volume omonimo.

La sceneggiatura ha vinto il premio regione Toscana del concorso “ I giovani ricordano la Shoah” promosso dal MIUR nell’ anno scolastico 2014/2015.

Alcuni spezzoni del film sono stati presentati al concorso nazionale promosso da Biblia e dal MIUR “Il cibo e la Bibbia” ed ha ricevuto il secondo posto. La premiazione è avvenuta nella prestigiosa cornice della Expo di Milano il 18 maggio 2015.

Il trailer è stato proiettato nella rassegna cinematografica “Clorofilla film festival” che si è tenuta il 16 agosto nell’ambito della rassegna internazionale di Festambiente.

A dicembre arriva un altro riconoscimento del Ministero dell’Istruzione, che presenta il lavoro al convegno internazionale: “Cosa conosciamo della Shoah? Studenti e insegnanti di fronte alla complessità delle società multiculturali” presso l’Auditorium della Regione Toscana a Palazzo Medici Riccardi.

L’opera, si è avvalsa di un cast di circa 70 persone fra attori e comparse. Fondamentale la collaborazione di figure di rilievo nel tessuto culturale grossetano. Il TEATRO STUDIO ha messo a disposizione gli allievi, i bambini diretti da Valeria Petri e attori professionisti come Enrica Pistolesi e Luca Pierini.

 enrica pistolesi lorenzo antonioni

Hanno partecipato inoltre Irene Paoletti e l’Associazione Arts&Craft; musicisti come Francesco Melani, Angelo Fucci e Tommaso Imperio; professionisti del settore cinematografico come Alain Redaelli; i tecnici di Music Factory e Rockland. Gran parte del merito lo hanno avuto le persone che hanno collaborato: mamme, babbi, professori, nonni e amici che Laura Ciampini, ha saputo coinvolgere nel progetto.

laboratorio teatrale bambini teatro studio grosseto

rassegna 2015-16 – IL CIRCO INVENTATO

teatro per bambini stefano stefani irene paolettiRASSEGNA SPAZIO 72

V EDIZIONE 2015-2016 

piéces teatrali, reading musicali, monologhi, teatro di figura e narrazione per bambini

Al suo quinto anno consecutivo, riparte la Rassegna Teatrale del Teatro Studio di Grosseto, con la collaborazione del Circolo Arci Khorakhané.

Presso Spazio72, via Ugo Bassi 72, 74 a Grosseto.

domenica 24 gennaio 2016 ore 18:00

teatro comico per bambini

“IL CIRCO INVENTATO”

uno spettacolo di e con Stefano Stefani e Irene Paoletti

teatro del Topo Birbante in collaborazione con la Compagnia Arts&Craft

 

Un circo davvero originale e divertente prenderà vita in modo inaspettato, proprio quando sembra non esserci più possibilità di fare spettacolo…

Un ex-direttore di un circo dismesso ricorda con nostalgia i tempi del successo. I suoi artisti se ne sono andati in balìa di storie incredibili e a lui sono rimaste solo le sue amiche pulci che si stanno alacremente allenando per mettere su uno spettacolare CIRCO DELLE PULCI.
Il Direttore è pronto a riprendere il suo ruolo con entusiasmo, ma per un imprevisto rimane senza parole: improvvisamente non riesce più a parlare ma solo a produrre suoni buffi.

Una strana fata pasticciona allora arriva in suo soccorso per mostrargli che non serve né tendone né trapezisti: la capacità di inventare sogni, giocando con il teatro e la fantasia possono realizzare uno spettacolo straordinario.

Il nostro protagonista apre le porte del suo cuore e della sua mente e attraverso gag, trasformazioni e colpi di scena regalerà alla sua fata e al pubblico il sogno tanto atteso.

 

Di seguito I PROSSIMI EVENTI

(non in ordine di data ma per suddivisione bambini/adulti)

BAMBINI

 

domenica 21 febbraio

burattini

 “Lillo Lallo e la Guerra”

Compagnia Teatrale Saltapalchi

con Esther Cerri e Lucio Fontani

domenica 20 marzo

piccoli pupazzi e ombre

“Mondo Sottomarino”

Il Bernoccolo

con Miguel Rosario e Esther Cerri

ideazione, pupazzi e regia, Miguel Rosario

——————-

ADULTI

 

domenica 31 gennaio

reading musicale

 “Frammenti di Stelle”

omosessuali, rom, donne nel firmamento della Shoah

Teatro Studio

con Enrica Pistolesi, Luca Pierini, Daniela Marretti

 Massimo Pallini (chitarra)

venerdì 12 febbraio

evento gratuito

PRESENTAZIONE DISCO

Paolo Mari  e David  Domilici

(chitarra e percussioni)


domenica 28 febbraio

spettacolo adulti, teatro e danza

“E’ arrivato Zampano’!”

Arts&Crafts

con Mirio Tozzini e Isabella Tattarletti

regia, Irene Paoletti

 

domenica 3 aprile

spettacolo per adulti, comico poetico

…Strange love…

Chicchi d’Arte

con Valeria Petri ed Emanuele Culotta

ideazione e regia Valeri Petri

Informazioni: TEATRO STUDIO – Via Ugo Bassi n.72 – ingresso 8,00€

prenotare al 392.0686787 – email teatrostudio@gmail.com

 

Elvis, il treno della ribalta

TEATRO DELLO SBAGLIO COSIMO POSTIGLIONE

RASSEGNA SPAZIO 72

V EDIZIONE 2015-2016 

piéces teatrali, reading musicali, monologhi, teatro di figura e narrazione per bambini

Al suo quinto anno consecutivo, riparte la Rassegna Teatrale del Teatro Studio di Grosseto, con la collaborazione del Circolo Arci Khorakhané.

Presso Spazio72, via Ugo Bassi 72, 74 a Grosseto.

domenica 6 dicembre ore 18:00

teatro-canzone

“Elvis, il treno della ribalta”

uno spettacolo di e con Cosimo Postiglione

musiche di Leadbelly, B. Monroe, A. Crudup, M. Axton, T. Durden, E. Presley

arrangiate ed eseguite da Amedeo Monda

prodotto da TEATRO DELLO SBAGLIO

 

C’è chi muove le gambe, chi schiocca le dita e chi si muove da una parte all’altra. Io faccio un po’ tutto assieme, direi”. E. A. Presley.

 

Teatro canzone – Nel silenzio del camerino di un teatro Elvis si prepara a rientrare sulle scene dopo molti anni di silenzio. Un tempo era stato il cantante più conosciuto al mondo e le sue canzoni avevano fatto da colonna sonora ai sogni dei suoi coetanei. Lo chiamavano il Re. Ora è cambiato tutto. I giovani che lo celebravano sono cresciuti. Ascoltano la musica soltanto quando tornano stanchi dagli uffici dove lavorano oppure accendono la tv mentre si consumano la cena. Le nuove generazioni, invece, si appassionano a nuovi cantanti, a nuovi ritmi e rincorrono i loro desideri in compagnia di altri idoli. Anche Elvis non è più lo stesso. è invecchiato e il peso del successo ha schiacciato il ragazzo fragile che sta dietro all’uomo di spettacolo.

 

Di seguito I PROSSIMI EVENTI (non in ordine di data ma per suddivisione bambini/adulti)

BAMBINI

 

domenica 24 gennaio

teatro comico

“Il Circo inventato”

Teatro del Topo Birbante

con Stefano Stefani e Irene Paoletti

 

domenica 21 febbraio

burattini

 “Lillo Lallo e la Guerra”

Compagnia Teatrale Saltapalchi

con Esther Cerri e Lucio Fontani

domenica 20 marzo

piccoli pupazzi e ombre

“Mondo Sottomarino”

Il Bernoccolo

con Miguel Rosario e Esther Cerri

ideazione, pupazzi e regia, Miguel Rosario

——————-

ADULTI

 

domenica 31 gennaio

reading musicale

 “Frammenti di Stelle”

omosessuali, rom, donne nel firmamento della Shoah

Teatro Studio

con Enrica Pistolesi, Luca Pierini, Daniela Marretti

 Massimo Pallini (chitarra)

venerdì 12 febbraio

evento gratuito

PRESENTAZIONE DISCO

Paolo Mari  e David  Domilici

(chitarra e percussioni)


domenica 28 febbraio

spettacolo adulti, teatro e danza

“E’ arrivato Zampano’!”

Arts&Crafts

con Mirio Tozzini e Isabella Tattarletti

regia, Irene Paoletti

 

domenica 3 aprile

spettacolo per adulti, comico poetico

…Strange love…

Chicchi d’Arte

con Valeria Petri ed Emanuele Culotta

ideazione e regia Valeri Petri

Informazioni: TEATRO STUDIO – Via Ugo Bassi n.72 – ingresso 8,00€

prenotare al 392.0686787 – email teatrostudio@gmail.com

“Quella puttana de condanna a mmorte…”

emanuele coglitore festa della toscana condanna a morte
Nell’ambito del Progetto per la Festa della Toscana 015, Realizzato dal comune di Scansano, in partnership con Teatro Studio di Grosseto, e Istituto comprensivo 6 Grosseto (di cui fanno parte le scuole del territorio), e co-finanziato dal consiglio Regionale della Toscana
SABATO 28 NOVEMBRE nei locali del MUSEO ARCHEOLOGICO E DELLA VITE E DEL VINO – SCANSANO, alle ore 17.00
“Quella puttana de condanna a mmorte…” 
Presentazione dei libri di Emanuele Coglitore: Quella puttana de condanna a mmorte; Er giorno che impiccorno Gammardella, Roma 24 settembre 1749; 
Reading musicale con le poesie di Giuseppe Gioacchino Belli 
Interverranno: 
Emanuele Coglitore, autore dei libri, avvocato civilista,  storico, saggista, esperto della poesia del Belli e della Roma del suo  tempo e pre-unitaria
Egidio Grande, esponente  di Amnesty International
Voci recitanti: Mario Fraschetti,  Enrica Pistolesi, Alberto Zuchi
Musiche a cura di: Francesco Melani   
A seguire si terrà la PRESENTAZIONE della rassegna di eventi nell’ambito della FESTA della TOSCANA 2015.
L’evento è gratuito e al termine sarà offerta una degustazione di vini.
Nel 2015 la Festa della Toscana è dedicata a “Le riforme di Pietro Leopoldo e la Toscana moderna: iniziativa economica, delle comunità, dell’organizzazione corporativa, dei diritti umani. La stagione di Pietro Leopoldo ha rappresentato infatti un momento storico di grandi riforme, un balzo in avanti per i diritti civili, con l’abrogazione della pena di morte e della tortura, ma anche un periodo che ha lasciato il segno indelebile nell’organizzazione dei comuni contribuendo a fare crescere l’identità e l’autonomia degli enti locali, tratto distintivo della Toscana.

L’ARCI PRIMA DELL’ARCI: le origini e il Teatro Studio

contestazione cultura popolare

CIRCOLO ARCI DI MANCIANO

DOMENICA 22 NOVEMBRE ORE 18:00

L’ARCI prima dell’ARCI: le origini e il Teatro Studio

Da Manciano a Grosseto

quarant’anni di teatro

e di esperienze associative.

La contestazione, la cultura popolare,

i classici e le avanguardie in un contesto periferico che si apriva

alle provocazioni della città.

DANIELA MARRETTI ci racconta

come e perché, fra gli anni Settanta

e Ottanta, sulle colline della Maremma si diffuse un nuovo modo di fare cultura e politica parlando il linguaggio del teatro.
___________

Che cosa c’era a Manciano prima del circolo Arci? Quale era il contesto culturale e politico sulle nostre colline fra gli anni Settanta e Ottanta? Dove affondava le sue radici il fermento che affrontò i temi della cultura popolare, del disagio sociale, dell’ambiente parlando il linguaggio del teatro? Domenica al Circolo Arci Manciano continuano gli Incontri Informali Autogestiti. Ti aspettiamo alle 18.00, come sempre!

Pagina 4 di 18« Prima...23456...10...Ultima »