Home

 


 

 

 

 

 

 

 

NORMA

storia lirica di un’anima libera

SPETTACOLO TEATRALE

25 GENNAIO ORE 11.00

AUDITORIUM ORBETELLO (GR)

interpreti 

Irene Paoletti, Enrica Pistolesi, Alessandro Di Murro, Luca Pierini, Mirio Tozzini, Valeria Petri, Stefano Stefani, Daniela Marretti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
SE QUESTO E’ UN UOMO
Primo Levi
GENNAIO 
READING INTERATTIVO
BIBLIOTECA MONTALTO DI CASTRO
Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
Voi che trovate tornando a sera
II cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sí o per un no. 
Considerate se questa è una donna,
Senza capelli e senza nome
Senza piú forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo
Come una rana d’inverno.”
 

interpreti 

Enrica Pistolesi, Luca Pierini, Mirio Tozzini, Daniela Marretti

LABORATORIO ADULTI
LUNEDI E MERCOLEDI
dalle 17.00 alle 18.30
LABORATORIO RAGAZZI 
LUNEDI                                  
dalle 17.00 alle 18.30
LABORATORIO BAMBINI 
MERCOLEDI                                 
dalle 17.00 alle 18.30
Il Teatro Studio è uno spazio  di formazione, esplorazione e  conoscenza di sé.                            Le aspettative dei partecipanti possono essere diverse, così come i livelli di esperienza: “il teatro è vita e come tale lo si attraversa, ognuno con i propri mezzi”. La tecnica teatrale di base verrà appresa e sperimentata o potenziata, in una dimensione sempre ludica e non competitiva, dinamica e accogliente.
POTETE SPERIMENTARE GRATUITAMENTE ALCUNE SESSIONI
I laboratori si basano sulle seguenti aree di pratica: il corpo, la voce, l’improvvisazione, l’azione performativa (Action Theatre), la messa in scena.
Il corpo: danza naturale e movimento libero – riscoperta della spontaneità e della potenzialità di ognuno, nella propria diversità e nella propria personale capacità d espressione – tecniche base dello yoga e dell’aikido per la presa di coscienza del proprio corpo e del proprio respiro, nella stasi e nel movimento, tecniche base di pantomima e movimento espressivo.
La voce: esplorazione e controllo dello strumento vocale attraverso tecniche di respirazione e vocalizzazione, improvvisazione e applicazione espressiva alla lettura.
L’improvvisazione, intesa come attività ludico-propedeutica e come tecnica di allenamento e ricerca; l’improvvisazione è il contenitore principale e il fondamentale mezzo attraverso cui si sperimentano tutte le altre tecniche, così da fondere in un’unica esperienza, organica e dinamica, gli aspetti fondanti e le regole del linguaggio teatrale.
Azione performativa: è lo spazio sperimentale in cui tutte le tecniche confluiscono e si mescolano in modi e forme sempre diverse, ora lontane dalla costruzione tradizionale e di una forma teatrale, ora riunite nell’intensità di un testo scritto.
Messa in scena (saggio di lavoro): è il momento conclusivo del percorso annuale, che vede il gruppo degli allievi cimentarsi con la scena, il testo e/o la partitura fisica, il pubblico, sperimentando di anno in anno generi, testi e performance di vario tipo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MISTERO BUFFO

Di Dario Fo

2 FEBBRAIO 2018, ORE 21.00

AUDITORIUM ORBETELLO

 

NELL’AMBITO DELLA RASSEGNA TEATRALE

“INAUDITORIUM”

 

 

“La Moralità del cieco e dello storpio”

“Il Matto e la Morte”

“Le tre Marie”

“La Resurrezione di Lazzaro”

 

Nella ricerca e nella produzione testuale e spettacolare di Dario Fo e Franca Rame, intitolata Mistero Buffo si attua la fusione tra quelli che sono gli aspetti di allegoria, e proposito didattico-moraleggiante, propri del dramma religioso medievale (miracoli, misteri, moralità e passioni) e la comicità, la poesia, la satira del teatro popolare e in particolare di quella espressione spinta, frizzante, vivace e sardonica che è propria del teatro giullaresco.

 

Interpreti

Luca Pierini, Mirio Tozzini, Cosimo Postiglione, Enrica Pistolesi, Beatrice Solito, Daniela Marretti

regia

Mario Fraschetti