Home

 

 

 

 

 

 

 

 

 ILIADE

 

 

 

Parco naturalistico archeologico di Vulci, agosto 2017

Foto di Gianni Bartolini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

8 SETTEMBRE 2017

CAVA DI ROSELLE

“Far finta di esser Gaber” è una coproduzione

Teatro delle Sbaglio-Teatro Studio di Grosseto, nata da un’ idea di Cosimo Postiglione.

Un viaggio nel repertorio di Gaber, un viaggio tra le disfunzioni  sociali e le crisi individuali dell’uomo contemporaneo.

Cosimo Postiglione, per questo lavoro ha voluto degli attori e un musicista, uno solo: una scelta coraggiosa, ma efficacissima, dalla forza espressiva dirompente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 INIZIO CORSI

LUNEDI 2 OTTOBRE

ORE 19.00

I corsi si basano sulle seguenti aree di pratica: il corpo, la voce, l’improvvisazione, l’azione performativa, la messa in scena, che verranno sperimentate e potenziate in una dimensione sempre ludica, dinamica e accogliente.

LABORATORIO ADULTI OGNI LUNEDI E MERCOLEDI ORE 19.00

LABORATORIO BAMBINI OGNI MERCOLEDI ORE 17.00

Studio del corpo: danza naturale e movimento libero – riscoperta della spontaneità e della potenzialità di ognuno, nella propria diversità e nella propria personale capacità d espressione – tecniche base dello yoga e dell’aikido per la presa di coscienza del proprio copro e del proprio respiro, nella stasi e enl movimento, tecniche base di pantomima e movimento espressivo.

Studio della voce: esplorazione e controllo dello strumento vocale attraverso tecniche di respirazione e vocalizzazione, improvvisazione e applicazione espressiva alla lettura.

Improvvisazione, intesa sia come attività ludico-propedeutica, sia come dinamica socializzante, sia come tecnica di allenamento e ricerca; l’improvvisazione è il contenitore principale e il fondamentale mezzo attraverso cui si sperimentano tutte le altre tecniche, così da fondere in un’unica esperienza, organica e dinamica, gli aspetti fondanti e le regole del linguaggio teatrale.

Azione performativa: è lo spazio sperimentale in cui tutte le tecniche confluiscono e si mescolano in modi e forme sempre diverse, ora lontane dalla costruzione tradizionale e di una forma teatrale, ora riunite nell’intensità di un testo scritto.

Messa in scena (saggio di lavoro): è il momento conclusivo del percorso annuale, che vede il gruppo degli allievi cimentarsi con la scena, il testo e/o la partitura fisica, il pubblico, sperimentando di anno in anno generi, testi e performance di vario tipo.

 

Il Teatro Studio è uno spazio che può essere inteso sia come percorso di formazione, sia come spazio per conoscere ed esplorare se stessi. Le aspettative dei partecipanti possono essere diverse, così come i livelli di esperienza.

 

info 392 0686787

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

INCONTRI DI TEATRO

Il racconto dell’isola sconosciuta”

Stage  teatrale sul testo di José Saramago

“Qual è quest’isola sconosciuta? Se lo sapessi non sarebbe sconosciuta.”

Conduce Mario Fraschetti

SABATO 30 SETTEMBRE ORE 15.00-19.00

DOMENICA 1 OTTOBRE ORE 10.00-13.00

Podere Novo, località Ripacci – Scansano (GR)

 

Per informazioni:

346 0091287 – 324 8462363