Home


FRAMMENTI

22, 23 AGOSTO

ORE 18.00

PARCO ARCHEOLOGICO DI VULCI

MONTALTO DI CASTRO (VT)

“Gente in cammino”, “Dioniso”,
“Le porte di Tebe”
da Erotodo e dall’iconografia etrusca,
“Baccanti” di Euripide,
“I sette contro Tebe” di Eschilo
 “Tutto accade nel tempo: cose, fatti, gesti, ma l’accadere non ha senso per noi, se non a partire dalla sospensione del tempo stesso.” (Cesare Pavese)
Ci sono dei luoghi dove il tempo è sospeso, e fatti e racconti che a sentirne parlare, ancora il fiato si sospende. Frammenti di storia, di miti, di tempo, frammenti di rocche, sentieri, di templi.
Tre diverse vicende, che il pubblico incontra in luoghi differenti dello spazio che ospita la performance, seguendo il filo di un discorso lieve, che pensa e riunisce lo spazio, il tempo, l’uomo, il divino,  la natura.
Un viaggio sulle le tracce della storia e delle storie – tra gli echi dell’anima, tra ciò che si vede e ciò che si sente – per ricomporre e restituire unicità all’esistenza.
Interpreti
Luca Pierini, Daniela Marretti , Enrica Pistolesi, Irene Paoletti, Michela Pii, Agnese Giacomelli, Mirio Tozzini
Elaborazione del testo e regia: Mario Fraschetti
PRESENTAZIONE
“Gente in cammino” : un quadro di vita lidia, tra povertà e divinazione, una scena di 30 minuti, intensa, umana, che attinge nella costruzione del testo a Erodoto e all’iconografia etrusca;
“Dioniso” , un estratto dal cuore della tragedia “Baccanti” di Euripide;
“Le porte di Tebe” un momento di grande epicità, estratto da “I Sette contro Tebe” di Eschilo, a memoria di tutte le guerre fratricide, ma anche e soprattutto un immersione nel mito dell’eroe e nella più profonda battaglia, quella sospesa tra dovere e coscienza, quella che si combatte nell’animo umano.
Alcuni spunti di collegamento, recitati da attori singoli e utilizzati nel finale da attori senza più travestimenti,  sono tratti da “Dialoghi con Leucò”  di Cesare Pavese e fanno da traccia utile alla comprensione della unicità del tempo, dei miti, dei drammi, della storia, quando a raccontare e a raccontarsi è l’uomo.
PER INFORMAZIONI: 3920686787 – teatrostudio@gmail.comwww.teatrostudio.it

 

 


 

giorgio gaber teatro dello sbaglio postiglione tozzini pierini

FAR FINTA DI ESSER GABER

24 AGOSTO

ORE 21.30

PIAZZA SOLTI, CASTIGLIONE DELLA PESCAIA

1 SETTEMBRE

ORE 21.30

TEATRO LEA PADOVANI

MONTALTO DI CASTRO 

7 SETTEMBRE

ORE 18.30

(PIAZZA DA DEFINIRE)

ALBINIA, (GR)

su testi e musiche di Giorgio Gaber e Sandro Luporini
interpreti: Luca Pierini, Miri Tozzini, Cosimo Postiglione
esecuzione e arrangiamenti musicali
Paolo Mari
Tre attori-cantanti e un musicista, per un percorso nel cuore della poetica di Giorgio Gaber, tra canzoni e monologhi, che più di altri, hanno raccontato la disgregazione della dimensione sociale e individuale.
per informazioni: 3932157877

“IL DEMONE DELLA

MONTAGNA NERA”

spettacolo per bambini

30 AGOSTO FOLLONICA GR

ORE 21.00

       Una fiaba sul rispetto della diversità, un’indicazione su come superare la paura e uscire dagli stereotipi, una fiaba sul diritto-dovere di essere se stessi.  

UNO SPETTACOLO, POETICO, DIVERTENTE E DISSACRANTE                                                                                                                                                     Un vecchio demone, di cui si narravano cose terribili, abitava nel folto bosco della Montagna  Nera. L’ultimo dei suoi simili se ne era andato molto tempo prima e la vita in solitudine era diventata per lui insopportabile. In un giorno di pioggia si rifugiano nella sua caverna un gruppo di viandanti… Dopo in primo momento di spavento, il demone e i viandanti si mettono a parlare e il demone scopre cosa pensano gli altri di lui. Il Demone rimane assai perplesso ed inizia a desiderare di diventare come loro, comincia a considerarsi sbagliato, a non riconoscere la sua natura.

Decide così di abbandonare la foresta e di recarsi nella città degli uomini…

Quattro attori, costumi di suggestione medievale, in una messa in scena esilarante e ritmata.

Interpreti: Daniela Marretti, Mirio Tozzini, Luca Pierini,        Enrica Pistolesi
Drammaturgia e regia: Mario Fraschetti
PER INFORMAZIONI: 3920686787 – teatrostudio@gmail.comwww.teatrostudio.it
 
***
 




 

 

 

 

 

 

“IL BARILE DI AMMONTILLADO”

da “I racconti del Brivido” di Edgar Allan Poe

26 AGOSTO MONTEPESCALI GR

ore 20.00

NELL’AMBITO DELL’EVENTO “MONTEPESCALI IN GIALLO”

(Comune di Grosseto, Biblioteca Comunale di Grosseto)

Un corto teatrale, site specific, tratto da un classico della letteratura Gotica, messo in scena per essere rappresentato in particolari contesti architettonici.

Il pubblico è totalmente immerso e coinvolto e si sposta con gli attori da una scena/ambiente all’altro.

 Il Barile di Ammontillado è la storia di una vendetta, che Montresor, rampollo di nobile casato, escogita e mette in atto contro un conoscente un italiano, Fortunato, sedicente esperto di vini.

L’atmosfera è quella tipica della letteratura gotica, sia al livello degli ambienti descritti, sia nei contenuti estremi della vendetta, della pazzia, della paranoia.

La messa in scena è molto intensa: la finzione, nell’adattamento site specific, sempre rivolto ad un numero contenuto di spettatori, perde i suoi contorni convenzionali e assume tratti di “realtà” fortissimi, che rendono la breve performance molto suggestiva e impressionante.

Interpreti: Daniela Marretti, Mirio Tozzini, Luca Pierini,        Enrica Pistolesi
Drammaturgia e regia: Mario Fraschetti

INGRESSO GRATUITO

per informazioni: 3932157877
***
 

MISTERO BUFFO

 

di Dario Fo e Franca Rame

 31 AGOSTO ORE 21.30
 
 PIAZZA SOLTI, CASTIGLIONE DELLA PESCAIA
 
Mistero Buffo, di Dario Fo e Franca Rame. Un tributo al teatro popolare e giullaresco, un trionfo di comicità, poesia e satira.

La Morale del cieco e dello storpio (moralità), un esilarante duetto tra un cieco e uno storpio che cercano di sfuggire alla presenza del Nazareno per evitare di esserne miracolati.

La Madonna incontra le Marie (passione laica) un quadro popolare di teatro religioso, tradotto in pseudo volgare toscano, un contrappunto di grande umanità.

Il Matto e la Morte (giullarata) Un incontro erotico, quello del Matto con la Morte, fatto di ebrezza e passione, a ricordarci che nel riflesso capovolto della pazzia, c’è la saggezza che vince la morte.

La Resurrezione di Lazzaro (giullarata) Dietro al racconto delle gesta di Lazzaro, non troveremo l’alto messaggio mistico, ma la puerile tendenza al miracolistico e alla superstizione …e  già che ci siamo… un biglietto in prima fila e la possibilità di lucrare, magari rubando…

interpreti: Luca Pierini, Enrica Pistolesi, Daniela Marretti, Mirio Tozzini, Cosimo Postiglione, Beatrice Solito
 
regia: Mario Fraschetti
 

INGRESSO GRATUITO