SPETTACOLI IN PROGRAMMA

Pagina 10 di 11« Prima...7891011

NORMA, festival resistente

norma parenti arts & crafts

domenica 27 aprile ore 18.15 – Grosseto
SALA FRIULI - nell’ambito del Festival Resistente

NORMA

 

gli attori del Teatro Studio impegnati in una produzione di Arts & Crafts, scritta e diretta da Irene Paoletti

“Arts & Crafts” associazione di produzione teatrale Toscana,

presenta

la nuova produzione 2014, “NORMA, storia lirica di un’anima libera”

Lo spettacolo mette in scena gli ultimi mesi di vita di Norma Parenti, nata e vissuta a Massa Marittima, staffetta partigiana, madre, giovane ragazza coraggiosa e piena di speranze.
Tutto lo spettacolo si incentra nella Trattoria Roma, che lei portava avanti insieme a sua madre, e in mezzo alla ferocia fascista e tedesca lei, Norma, immensa, generosa, sprezzante delle regole e del pericolo. Un’eroina a viso aperto, mai fuggita, mai nascosta.

Lei ha un solo un rifugio, quello interiore, poetico, lieve, lontano da tutto il clamore della guerra che la circonda, delle armi e delle sirene: quello della musica lirica dell’opera Norma di Bellini che porta il suo nome, e in onore del quale era stata battezzata da suo padre 23 anni prima.

Norma madre di un bimbo di pochi mesi, è in questo spettacolo una madre grande, DONNA-MADRE di un’umanità che ha molto bisogno di essere abbracciata e protetta.

Protagonista è Norma e la trattoria della sua famiglia, che è l’estensione calda e accogliente della sua forza aggregatrice, ma allo stesso modo l’attenzione si incentra sulla figura della donna, estesa e arricchita anche dal personaggio della madre Roma che le è sempre a fianco e che ha condiviso con lei lo straziante momento del rastrellamento finale in cui lei perderà la vita, e la trattoria sarà distrutta.
L’uomo è di passaggio: tra fascisti in partenza e partigiani clandestini

Gli avventori fortuiti di questa trattoria sono il pubblico stesso, testimone di tutto dai tavoli apparecchiati; chi assiste resta coinvolto, e non può più fingere di non sapere.

In occasione del Settantenario della Resistenza italiana (1944-2014).

TESTO e REGÌA di IRENE PAOLETTI
Interpreti: Irene Paoletti, Enrica Pistolesi, Daniela Marretti, Silvia Schiavoni, Mirio Tozzini, Luca Pierini, Stefano Stefani, Cosimo Postiglione

norma parenti

http://www.festivalresistente.it/

Norma – Teatro del Borgo

norma parenti - resistenza - Teatro del Borgo

domenica 23 marzo ore 17,30 – Massa Marittima
(presso sala San Bernardino. Domus Bernardiniana, via S. Francesco)

2° Rassegna teatrale IL TEATRO DEL BORGO -  Massa Marittima 2013-2014

NORMA

TESTO e REGÌA di IRENE PAOLETTI
con Irene Paoletti, Enrica Pistolesi, Daniela Marretti, Silvia Schiavoni,
Mirio Tozzini, Luca Pierini, Stefano Stefani, Cosimo Postiglione

“Arts & Crafts” associazione di produzione teatrale Toscana,

presenta

per la 2° Rassegna teatrale Teatro del Borgo di Massa Marittima

la nuova produzione 2014, “NORMA, storia lirica di un’anima libera”

in prima nazionale.

Lo spettacolo mette in scena gli ultimi mesi di vita di Norma Parenti, nata e vissuta a Massa Marittima, staffetta partigiana, madre, giovane ragazza coraggiosa e piena di speranze.
Tutto lo spettacolo si incentra nella Trattoria Roma, che lei portava avanti insieme a sua madre, e in mezzo alla ferocia fascista e tedesca lei, Norma, immensa, generosa, sprezzante delle regole e del pericolo. Un’eroina a viso aperto, mai fuggita, mai nascosta.

Lei ha un solo un rifugio, quello interiore, poetico, lieve, lontano da tutto il clamore della guerra che la circonda, delle armi e delle sirene: quello della musica lirica dell’opera Norma di Bellini che porta il suo nome, e in onore del quale era stata battezzata da suo padre 23 anni prima.

Norma madre di un bimbo di pochi mesi, è in questo spettacolo una madre grande, DONNA-MADRE di un’umanità che ha molto bisogno di essere abbracciata e protetta.

Protagonista è Norma e la trattoria della sua famiglia, che è l’estensione calda e accogliente della sua forza aggregatrice, ma allo stesso modo l’attenzione si incentra sulla figura della donna, estesa e arricchita anche dal personaggio della madre Roma che le è sempre a fianco e che ha condiviso con lei lo straziante momento del rastrellamento finale in cui lei perderà la vita, e la trattoria sarà distrutta.
L’uomo è di passaggio: tra fascisti in partenza e partigiani clandestini

Gli avventori fortuiti di questa trattoria sono il pubblico stesso, testimone di tutto dai tavoli apparecchiati; chi assiste resta coinvolto, e non può più fingere di non sapere.

Arts & Crafts e Terziere di Borgo che organizza la Rassegna teatrale hanno deciso di

dare spazio alla memoria storica,

in occasione del Settantenario della Resistenza italiana (1944-2014).

ingresso €7,00

Per info e prenotazione:(+39)3294409451 Terziere di Borgo, Massa Marittima
www.associazioneartsandcrafts.it

Racconti Raccontati – Albinia

spettacolo teatrale tradizione popolare maremma

sabato 15 marzo 2014 – ore 21.00

Circolo Bocciofilo di Albinia

L’Associazione Incontriamoci presenta lo spettacolo del Teatro Studio

“RACCONTI RACCONTATI…”

racconti, incontri, storie e chiacchierate…

tratto dai racconti di Luciana Bellini,

interpreti: Daniela Marretti, Luca Pierini, Enrica Pistolesi, Esther Cerri

musiche: Francesco Melani

adattamento e regia: Mario Fraschetti

I personaggi, le cui storie sono attinte dagli scritti di Luciana Bellini, ci parlano – col cuore e la freschezza di chi ha la verità in punta di lingua – di un quotidiano denso di passato e ben saldo nel presente.

Storie, racconti, ricordi di una vita che “era”, ma i cui echi rimangono ad arricchire la vita che ancora si lega alla terra e ad un modo di essere donna e uomo che è saldo.

Madre di famiglia, scrittrice e contadina, Luciana Bellini, coi suoi racconti, “apre cassetti”, spazi di memoria, ma “senza che mai si diffondano polvere e ragnatele”, senza che mai il passato prevarichi il presente, senza che il ricordo cancelli la coscienza o l’urgenza dell’oggi.

Uno spettacolo in vernacolo, in cui monologhi, racconti, dialoghi, si susseguono e si saldano a canti popolari e musica dal vivo, in una costruzione che apre al pubblico la quarta parete, crea complicità, “in un gioco di finzione, dove la finzione sta nel non fingere.”

 

Mabro, storie operaie

fabbrica mabro spettacolo brecht camera commercio

M A B R O

Storie di ordinario lavoro

Sabato 15 marzo – Ore 15.30 – Salone della Camera di Commercio di Grosseto . Via F.lli Cairoli, 10

L’anima di chi è legato per la maggior parte del tempo a una macchina, rimane anch’essa imprigionata (A. Olivetti)

Una performance teatrale che ripercorre le vicende della fabbrica MABRO. L’opera è interpretata da un gruppo di operaie che sono da lungo tempo in lotta per far sopravvivere l’attività e mantenere il posto di lavoro.

A Grosseto tutti hanno sentito parlare della lunga crisi di questa azienda , ma chi non è direttamente coinvolto ha informazioni superficiali, distorte e per questo motivo può esprimere facili giudizi.

Parafrasando un canto popolare si potrebbe dire: Se perdere il posto di lavoro vi sembra poco, provate voi a farvi licenziare e capirete la differenza fra disoccupazione e occupazione.

Lo spettacolo si snoda attraverso differenti quadri che possono suscitare il riso fino a quando non si capisce che si tratta di vita vissuta. Mostra quali grovigli di interessi, quali sospetti si addensano attorno alle vicende della Fabbrica, come questa non è una storia “locale”, ma è comune ad un grandissimo numero di realtà

La performance, realizzata sotto la guida di Mario Fraschetti dal gruppo delle operaie della RSU e da alcuni allievi attori del Teatro Studio, utilizza racconti, testimonianze, articoli e documenti su fatti realmente accaduti. Teatro di informazione e denuncia in cui riecheggia il teatro dell’assurdo e il teatro operaio di B. Brecht .

Partecipano: Gianni Bartolini,Vanna Carmignani, Ivonne Cupola, Francesca Ferrari, Mario Fraschetti, Laura Galli, Dina Guidarini, Manola Mengozzi, Andrea Pasotti, Nadia Perino, Giuseppe Reale, Vincenzo Reale, Giulietta Sgaragli, Stefano Solari, Beatrice Solito, Giorgia Tacconi, Carla Tognazzi.


Il Demone della Montagna Nera – Follonica

teatro per bambini biblioteca follonicalunedì 10 marzo 2014 – ore 16.45

Follonica – Biblioteca dei Ragazzi – Comprensorio Ilva

“IL DEMONE DELLA MONTAGNA NERA”

Fiabe, Storie e libri animati

FOLLONICA Teatro 3-10 in Biblioteca

Teatro di narrazione e animazione (per bambini e bambine da 8 a 10 anni)

Una fiaba sul rispetto della diversità, un’indicazione su come superare la paura e uscire dagli stereotipi. Una fiaba sul diritto-dovere di essere se stessi.

“… perché nessuno passa più di qui?!
Se almeno potessi fare due parole con
qualcuno…mi sento così solo che …
giuro, se un uomo si fermasse…
…piuttosto che mangiarlo a colazione…
mi metterei a parlarci…”

Un vecchio demone, di cui si narravano cose terribili, abitava nel folto bosco della Montagna Nera. L’ultimo dei suoi simili se ne era andato molto tempo rprima e la vita in solitudine era diventata per lui insopportabile.
Un bel giorno, dopo un temporale, alcuni viandanti, finirono per rifugiarsi nella sua caverna.
Dopo in primo momento di spavento, il demone e i viandanti si mettono a parlare e il demone scopre     cosa pensano gli altri di lui: “Tu sei cattivo perché mangi le persone! Per questo sei solo”, gridò ad un tratto uno dei viandanti.
Il Demone rimane assai perplesso… inizia a pensare, rimuginare e poco a poco si convince  di essere “sbagliato” e prega i viandanti di portarlo al paese sulla montagna affinché possa diventare “buono”… proprio come loro.
Così abbandona la sua foresta millenaria e si incammina verso questo “nuovo mondo…”

Interpreti: Enrica Pistolesi, Daniela Marretti,  Luca Pierini, Mirio Tozzini

Regia: Mario Fraschetti

PRENOTARSI TELEFONANDO ALLO 0566/59246

Biblioteca dei Ragazzi Comprensorio ILVA Follonica – Tel. 0566/59004 59005 – Fax 0566 – 58382

8 marzo DEDICATO…

monologhi canzoni musica dedicato alle donnesabato 8 marzo 2014 – ore 17.00

Hotel Anfora – Via Sicilia – Castiglione della Pescaia

DEDICATO

dedicato alle donne

monologhi, letture, teatro, musica e canzoni

Uno spettacolo dedicato alle donne, all’ironia, all’istinto, alla rinascita.
Un viaggio tra monologhi scanzonati, canzoni appassionate, poesie e ritmi,
che sono un elogio al mistero stesso della vita che la donna raccoglie in sé;
teatro-canzone e musiche che attraversano differenti culture e differenti stili
e con questi, differenti stati d’animo.

Un incedere graduale, dal confidenziale al lirico, attraverso modalità recitative, musicali e canore che sapranno condurci in un mondo fatto al tempo stesso di leggerezza e profondità.

Interpreti
Enrica pistolesi, voce recitante
Daniela Marretti, voce recitante
Lorenza Baudo, voce
Lapo Marliani (“I matti delle Giuncaie”), chitarra
regia
Daniela Marretti

 

A(rt)LIVE – Tina Modotti

fondazione grosseto cultura A(RT)LIVE Tina ModottiTORNA A(RT)LIVE
I GRANDI DEL NOVECENTO RACCONTATI DA ARTISTI MAREMMANI

E’ una delle donne più celebri della storia della fotografia, un’ icona amatissima intorno alla quale si muove un mondo abitato da personaggi leggendari, come lei. A Tina Modotti, fotografa ma anche attrice, rivoluzionaria, modella, è dedicato il nuovo incontro del ciclo A(rt)LIVE promosso dal Cedav della Fondazione Grosseto Cultura.

L’attrice Daniela Marretti leggerà brani della celebre biografia di Tina scritta da Pino Cacucci, mentre lo storico dell’arte Mauro Papa commenterà decine di immagini che ripercorrono la sua esistenza piena di eventi straordinari, dalla nascita alla fine dell’ottocento vicino a Udine, alla vita in Messico al fianco di intellettuali come Diego Ribera, Frida Kahlo, David Alfaro Siqueiros. Morta misteriosamente nel 1942, fu accusata di essere una prostituta e una spia, ma le sue fotografie ancora oggi testimoniano l’equilibrio che può esistere tra la perfezione formale e l’anelito documentaristico del reportage.

L’evento, previsto per giovedì 30 gennaio alle ore 18 nella Sala Conferenze del Museo di Storia Naturale di Grosseto, è gratuito e riservato ai soci di Fondazione Grosseto Cultura, ma ci si può associare anche durante l’incontro. Per informazioni tel. 0564-453128 – info@fondazionegrossetocultura.it

http://www.fondazionegrossetocultura.it/index.php/artlive-daniela-marretti-e-tina-modotti-2/

lettura scenica tina modotti

la principessa dai bei capelli

sabrina gatto

Sabato 11 gennaio 2014 ore 18,00 l’associazione Raccontincontri presenta il libro

“La principessa dai bei capelli”

di SABRINA GATTO
Libreria delle Ragazze – via Pergolesi 3a – Grosseto

Presentazione del libro, a cura di Daniela Marretti  (Presidente Teatro Studio)

Intervengono:

Adriana Medei (Counselor) “Simbologia e linguaggi archetipici nelle fiabe”

Enrica Pistolesi, Luca Pierini e Paolo Mari (Teatro Studio) Reading Musicale “La Principessa dai bei capelli”
Cara mamma, caro papà…

…forse anche tu come me ti trovi in un momento difficile della vita perché tu e la tua famiglia dovrete sconfiggere un tumore… e la cosa si complica, diciamo così, se siete genitori di bambini piccoli. Cosa dire loro? Come affrontare il discorso della malattia e delle sue conseguenze? Io ero assalita da queste domande e quindi ho cercato libri che mi aiutassero a comunicare con i miei figli nel modo giusto, ho cercato su internet, infine ho contattato la psicologa dell’Istituto dei Tumori e ho compreso l’unica cosa fondamentale: dire la verità.

Non è facile con i bambini trovare le giuste parole per essere veramente compresi allora mi sono creata uno strumento. Mentre ero ricoverata ho realizzato il mio libro “fatto a mano” e tornata a casa, ai miei due gemellini Bianca e Sebastiano, ho raccontato questa semplice favola. Perdere i capelli non è stata comunque una passeggiata ma poter parlare di un tema così inusuale e emotivamente complesso attraverso un linguaggio a loro consono è stato rassicurante. Nei nostri discorsi la Principessa Melania è comparsa spesso e dopo qualche tempo anche i miei capelli. Auguri di cuore a te che leggi e ai tuoi bambini… la vita è bella!!!

sabrina gatto fiaba

 

DONNE ETRUSCHE – Novembre Grosso a Massa Marittima

spettacolo teatrale grosseto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

sabato 9 novembre 2013 – Massa Marittima (GR)

“DONNE ETRUSCHE”

Nell’ambito del Novembre Grosso (http://novembregrosso.it/) promosso da Comune di Massa Marittima e Coop.Colline Metallifere, a Massa Marittima (GR), il Teatro Studio presenta lo spettacolo

“Donne Etrusche”

Poche tessere di un
immenso mosaico,
messaggi impalpabili
che prendono forme ora definite
ora incerte, cangianti…

Suggestioni che nascono in reconditi spazi di tempo, in dimensioni parallele, sguardi fugaci attraverso porte che si richiudono. Frammenti di narrazioni, intuizioni, invenzioni. Questo è l’Humus da cui nasce la performance “Donne Etrusche”.   Ipotesi sull’origine di un popolo, quadri,  fra mito, storia, immaginazione. Uno spettacolo che suggerisce, che spinge lo spettatore a dare una forma personale a forme abbozzate. Riflessioni, sorriso, ricordo collettivo.

Interpreti:
Enrica Pistolesi
Daniela Marretti
Luca Pierini
Mirio Tozzini
Irene Paoletti

Musica e voce
Francesco Melani
Elaborazione testi e regia
Mario Fraschetti

La performance prende spunto da testi di Erodoto, Teopompo e dalle numerose rappresentazioni iconografiche.

www.novembregrosso.it – info@novembregrosso.it 

Cena Etrusca e rappresentazione teatrale presso una delle migliori osterie di Massa Marittima – Prenotazione direttamente al ristorante 0566 902335 – Costo €35 a persona

cena etrusca novembre grosso massa marittima donne strusche

 

programma:

novembre grosso massa marittima donne etrusche


 donne etrusche teatro studio

PINOCCHIO – Massa Marittima

carlo collodi teatro studio

domenica 27 ottobre 2013 – ore 17.00 – Sala San Bernardino di Massa Marittima (GR)

“PINOCCHIO”

dalla fiaba di Carlo Collodi – uno spettacolo di animazione per bambini

Nell’ambito della Rassegna Teatrale “Il Teatro del Borgo” a cura del Terziere di Borgo di Massa Marittima, il Teatro Studio di Grosseto presenta lo spettacolo “Pinocchio”.

“Raccontiamo oggi la storia di un bambino che nacque dal legno come burattino. Mastro Geppetto l’aveva forgiato e Pinocchio, battezzato.  A Pinocchio piaceva anda’ pel mondo senza chiedersi però se fosse quadro o tondo; c‘era un Grillo che gli dava consigli proprio come fa il babbo co’ su‘ figli, ma Pinocchio non sempre l’ascoltava e ‘n mezzo a cento ‘mbrogli si trovava…”

Questo viaggio nella storia di Pinocchio offre la possibilità di conoscere, attraverso il teatro d’attore ed il teatro di animazione, i punti salienti dell’opera permettendo ai bambini di partecipare attivamente e di seguire, al contempo, una densa narrazione. Lo spazio scenico diventa la platea, la platea spazio scenico con regole che si infrangono e si ricompongono in un contatto reale e giocoso con gli attori e con l’evento teatrale.

Interpreti
Daniela Marretti
Luca Pierini
Enrica Pistolesi
Mirio Tozzini
e con
i bambini
regia
Mario Fraschetti

 

terziere di borgo

Pagina 10 di 11« Prima...7891011