admin

Pagina 15 di 20« Prima...10...1314151617...20...Ultima »

A tavola con gli dei

franca errani giovanni civita performance teatrale

sabato 6 aprile

Fattoria”La Principina” – Via San Rocco, 465 – 58100 Principina Terra Grosseto

“A tavola con gli dei”

Bisogni, disagi e piaceri nel rapporto con il Cibo

Ore 18.30
Presentazione del libro

“A tavola con gli dei”

di  F. Errani e G. Civita
saranno presenti:

Franca Errani  
Autrice del libro, fondatrice e formatrice di InnerTeam
Scuola di Counseling a indirizzo Voice Dialogue

Giovanni Civita
Autore del libro

Caterina Perna
Psicoterapeuta e Counselor Relazionale Voice Dialogue

Daniela Lembo
Counselor Relazionale Voice Dialogue
Ore 19.30

Performance teatrale

a cura del Teatro Studio

interpreti

Daniela Marretti
Enrica Pistolesi
Luca Pierini
Caterina Perna

chitarra
Paolo Mari

 

Ore 20,30

Cena

.. con menù ispirato
agli Dei che siedono
alla nostra tavola
e ci guidano

la verità sconfinata – saggio di lavoro degli allievi

saggio allievi laboratorio teatrale teatro studio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

venerdì 22 marzo – ore 21.00

Spazio72, via Ugo Bassi, 72 GROSSETO

La verità sconfinata

liberamente tratto da “antologia di Spoon River” di E. Lee Master,

a cura di Enrica Pistolesi

SAGGIO DI LAVORO – ACTION THEATRE

interpreti

ALLIEVI DEL LABORATORIO TEATRALE

GIOVANI  E ADULTI

tecnico audio e luci

Luca Pierini

adattamento e regia

Enrica Pistolesi

 

Le voci dell’aldilà di uomini e donne che ci somigliano, ci prendono per mano e ci accompagnano in un viaggio che è quello dell’anima. Dal buio della morte attraverso le suggestioni delle voci e dei movimenti verremo condotti verso l’assoluta bellezza della verità sconfinata.

Il lavoro messo in scena dagli allievi del Teatro Studio vuole essere una prima dimostrazione di lavoro, ma non per questo meno interessante e carica di emozioni. (Enrica Pistolesi)

Alcune foto del saggio “La verità sconfinata” – 22 marzo 2013

laboratorio teatrale teatro studio

laboratorio teatrale

laboratorio teatrale teatro studio

Solo Anna – con Lidia Vitale

spettacolo teatrale di lidia vitale su anna magnani

domenica 17 marzo – ore 18.00

Spazio72, via Ugo Bassi, 72 GROSSETO

nell’ambito della rassegna teatrale del Teatro Studio

“Solo Anna”

monologo in forma di dialogo sulla vita di Anna Magnani

con Lidia Vitale regia Eva Minemar

Ultimo appuntamento della rassegna teatrale del Teatro Studio con l’attrice Lidia Vitale a ricordare l’attrice Anna Magnani.

Lidia Vitale – attrice che vive tra Roma e Los Angeles - che ricordiamo in Tv per Don Matteo (Rai), Salvo D’acquisto (Rai), “L’amore proibito” (Rai), al cinema per “La meglio gioventù”, C”ose da pazzi”, “Anche Libero va bene”, “La bellezza del somaro”,  “Cinque e molto altro” – presta il suo corpo e l’anima ad Anna Magnani. Dal conclamato successo internazionale “Roman Nights”, scritto da Franco D’Alessandro, nasce l’esperienza teatrale ispirata alla vita e al lavoro di Anna Magnani. “Solo Anna”, già  accolto con grande favore dal pubblico a Los Angeles, è un monologo di 50 minuti in cui l’interprete, la talentuosa Lidia Vitale, rivela gli aspetti drammatici, ironici e toccanti della vita e della carriera della grande attrice. La presentazione sintetizza: “Molti l’hanno paragonata ad un vulcano, altri ad una pantera. E’ stata nominata bestia, madre natura e Oscar. L’hanno chiamata Nannarella, Mamma Roma e la Lupa. E’ stata tante cose per tanta gente. Stasera è Solo Anna”.

Dopo la rappresentazione è possibile continuare la serata con una cena con gli attori a cura dell’Associazione Arts&Crafts presso il circolo ARCI Khorakhané.

Info e prenotazioni: Teatro Studio 392.0686787 teatrostudio@gmail.com (ingresso 8,00€).

Workshop with Mario Fraschetti close to Prague

Body– Movement – Improvization – Voice

An Experiental workshop with Mario Fraschetti (iTaly)

 

5. – 7 th April 2013

Jílové u Prahy, Czech Republic

workshop teatrale 

Motto:

 

When sailing, one can choose a lake or the open sea. In this workshop we choose to sail in the vast unlimited sea of the unconscious, following charted and known routes. However, we do so while maintaining a willingness and openness to respond to the beckoning of an unexpected wind.

 

About workshop:

 This workshop is an opportunity for creative exploration  of our shared and personal unconscious.

Through the body, which holds our collective as well as our personal memory, we can activate a link to the unconscious and discover many gifts .

Through natural movement, improvisation, breathing, rhythmic reading, vocalization, singing and writing, we will give shape to our own personal interpretation  of  ourselves of our dreams

This workshop offers us the opportunity to understand our common roots, to experience a heightened awareness of our true selves and to increase our sensitivity in communication with others.

About Mario:

 thatre trainer - Grundtvig workshop - artistic director

Mario Fraschetti is the Artistic Director of the avant-garde Centre for the Performing Arts, Teatro Studio, founded by him in 1986, in Grosseto, Tuscany, Italy. Mario is also Master of Aikido, an adept in Greek mythology, a writer and a performer. He directs plays in Italy, Germany, France, Egypt and the USA. He has also collaborated internationally with a great variety of painters, voice coaches, dancers, Qigong and Feldenkrais instructors in presenting and facilitating diverse workshops. He sees theatre as a vehicle for political and social awareness in the tradition of Augusto Boal’s Theatre of the Oppressed.  In his home province of Grosseto, Mario has worked as an actor and performer in traditional and experimental  theatre, mime, street theatre and children’s theatre. (www.teatrostudio.it)

He conducts many workshops throughout the world. He sees his workshops as a means of expression, psychological growth and learning in a safe and supportive environment.
 

Time schedule of workshop:

Friday 18.00 – 21:00

Saturday 10.00 – 13.00 a 15.00 – 18.30

Sunday 10.00 – 13.00 a 14.30 – 17.00

 

 

Contact:

Karolina Kalinová

 e-mail: hejkalka@email.cz

 mobile phone: +420 721 408 445

alice nel paese delle domandine

spettacolo teatrale 8 marzo

 

Venerdì 8 marzo – ore 16.00 Camera di Commercio di Grosseto

Piazza del Museo Archeologico, Grosseto

Alice nel paese delle domandine

tratto dal libro “Alice nel paese delle domandine” racconti delle detenute di Sollicciano,

curato da Monica Sarsini

LETTURA SCENICA DRAMMATIZZATA

Teatro Studio

interpreti

Daniela Marretti

Enrica Pistolesi

Esther Cerri

tecnica audio e luci

Luca Pierini

adattamento e regia

Daniela Marretti

 

L’incontro è organizzato da

“La Libreria delle Ragazze”
sarà presente la curatrice del libro

 

La perfomance nasce dalla volontà di dare un corpo e una voce vibrante alle parole scritte dalle donne detenute nel carcere di Sollicciano. Le pagine sono pagine di intensa umanità, umanità in ognuna delle sue sfaccettature, dalla più sublime alla più cruda, e sono belle pagine, frutto di un lavoro di scrittura creativa , quello curato da Monica Sarsini; e soprattutto sono il frutto di un percorso che ha restituito vigore, vitalità, calore, ad anime sospese, congelate nella bruttura di un’istituzione, quella carceraria, che, ci chiedamo, forse non ha propio più senso di essere,  così come è.

C’è un mondo di donne, di bambini, di uomini in filigrana in questo libro e leggerlo, interpretarlo, frugarlo, con la voglia di farlo rinascere, ancora, attraverso la dimensione teatrale, è stato come viaggiare, come una visita guidata in uno di quei luoghi dove il mondo non entra volentieri.

La regia di Daniela Marretti, prova a far uscire dal carcere quel ” vivere dentro che arriva carico di ciò che è stato fuori”, che è pienodi colore, di colori e di tante, troppe sfumature di grigio…quelle del cuore e quelle dei muri… (Daniela Marretti)

 

Racconti Raccontati – 7 marzo

luciana bellini

Giovedì 7 Marzo – ore 15.30 salone 1° Maggio C.d.L. Via R. Dominicana 80, Grosseto

IL COORDINAMENTO DONNE SPI-CGIL GROSSETO

Presenta il progetto

Voglio vivere

a cura della Coordinatrice: Simonetta Monaci

Partecipano:

Seg. Generale C.d.L. Grosseto Claudio Renzetti

Seg.ria Prov.le C.d.L. Grosseto Paola Pancellini

Coord. ce Reg.le SPI-CGIL  Alessandra Salvato

Cons.ra Prov.le Pari Opportunità Fulvia Perillo

Seg.ria Prov.le SPI-CGIL Carla Burgassi

La Compagnia TEATRO STUDIO presenta lo spettacolo:

Racconti Raccontati

liberamente tratto dai testi di Luciana Bellini

Riflessione semiseria sulla condizione della donna nella società contadina

I personaggi, le cui storie sono attinte dagli scritti di Luciana Bellini ci parlano – col cuore e la freschezza di chi ha la verità in punta di lingua – di un quotidiano denso di passato e ben saldo nel presente.

Storie, racconti, ricordi di una vita che “era”, ma i cui echi rimangono ad arricchire la vita di ancora si lega alla terra e ad un modo di essere donna e uomo che è saldo.

Madre di famiglia, scrittrice e contadina, Luciana Bellina,coi suoi racconti, “apre cassetti”, spazi di memoria, ma “senza che mai si diffondano polvere e ragnatele”, senza che mai il passato prevarichi sul presente, senza che il ricordo cancelli la coscienza o l’urgenza dell’oggi.

Uno spettacolo in vernacolo, in cui monologhi, racconti, dialoghi, si susseguono e si saldano a canti popolari e musica dal vivo, in una costruzione che apre al pubblico la quarta parete, crea complicità, “in un gioco di finzione, dove la finzione sta nel non fingere”

Interpreti: Enrica Pistolesi, Daniela Marretti, Luca Pierini, Esther Cerri

Regia: Mario Fraschetti

Musiche: Francesco Melani

 

SEGUE BUFFET

rassegna teatrale 2012-2013

rassegna teatrale

RASSEGNA TEATRALE 2012-2013

TEATRO STUDIO/ SPAZIO 72
Via Ugo Bassi, 72 – Grosseto
in collaborazione con Rete Teatri Indipendenti
La nuova rassegna inizierà dalla cultura popolare contadina, testimonianza di un modo di essere e stare al mondo con radici profonde e grandi occhi aperti sul presente, raccolta dall’autrice Luciana Bellini a cura del Teatro Studio, attraverserà la ricerca pura delle parole di San Francesco e Majakovskij a cura di Teatri del Vento di La Spezia,  passando per un viaggio nella poesia ebraica con musica dal vivo,  fino al teatro cabaret della Compagnia Pop opera di Cortona che affronta il tema dello svuotamento dei significati di gesti e parole nell’abuso mediatico, per giungere al grande finale, che vedrà la bravissima attrice Lidia Vitale, interpretare un’altra grande donna, Anna Magnani, in un bellissimo monologo in forma di dialogo dedicato alla “donna Anna”, dal titolo “Solo Anna”.
Dopo ogni rappresentazione è possibile continuare la serata con una cena con gli attori a cura dell’Associazione Arts&Crafts presso il circolo ARCI Khorakhané.

Info e prenotazioni: Teatro Studio 392.0686787 teatrostudio@gmail.com (ingresso 8,00€).

 

 

domenica 18 novembre – ore 18.00

“Racconti Raccontati…”

testi di Luciana Bellini

Teatro Studio con la partecipazione di Argia

con Daniela Marretti, Enrica Pistolesi, Luca Pierini, Francesco Melani

regia Mario Fraschetti

 -

domenica 16 dicembre – ore 18.00

“Dinosauri”

ispirato a Francesco d’Assisi e Vladimir Majakovskij

Teatri del Vento

con Giovanni Delfino regia Roger Rolin

-

domenica 20 gennaio – ore 18.00

”Dicono ci sia Amore nel Mondo…”

viaggio nella poesia ebraica in partiture originali

Ensarte artisti e tecnici

con Marcello Faneschi pianoforte, Mirco Mariottini clarinetto,

Martina Guideri voce recitante

-

domenica  24 febbraio – ore 18.00

“Atto d’amore”

teatro, cabaret e angosce contemporanee

Compagnia Pop Opera

di e con Roberto de Sarno

 -

domenica 17 marzo – ore 18.00

“Solo Anna”

monologo in forma di dialogo sulla vita di Anna Magnani

con Lidia Vitale regia Eva Minemar

Atto d’amore – rassegna teatrale Teatro Studio

compagnia pop opera roberto di sarno

SPAZIO 72 (Via Ugo Bassi, 72 – Grosseto)

domenica  24 febbraio – ore 18.00

“Atto d’amore”

teatro, cabaret e angosce contemporanee

Compagnia Pop Opera

di e con Roberto de Sarno

Lo spettacolo unisce la leggerezza del cabaret alla sostanza del teatro, con qualche intrusione nel mondo del teatro-danza. Nell’intreccio di questi registri un attore in scena racconta, attraverso il vissuto di angoscia di un’amica, la solitudine della società e l’attentato alle relazioni umane compiuto dall’invadenza e dal linguaggio televisivi.
Nel testo si abusa volontariamente delle parole  “amore”,  “sogno”, “felicità“, che cadute senza speranza nel frullatore dei mezzi di comunicazione, ne escono distrutte, impedendoci di parlare del mondo così com’è, di parlare tra noi nelle case, per essere sempre più  “parlati” da altri.
Avviene così che compiendo l’operazione del tutto naturale di “credere” alle parole altrui, di coloro che detengono il potere televisivo, ne risulta una rappresentazione assurda, comica e raccapricciante, che però oggi ci appartiene intimamente.

Dopo la rappresentazione è possibile continuare la serata con una cena con gli attori a cura dell’Associazione Arts&Crafts presso il circolo ARCI Khorakhané.

Info e prenotazioni: Teatro Studio 392.0686787 teatrostudio@gmail.com (ingresso 8,00€).

“LA PACE” di Aristofane

spettacolo teatrale commedia aristofane


LA PACE

liberamente ispirato alla commedia di Aristofane

giovedì 21 febbraio 2013 ore 21.00

ALBINIA – Circolo A.I.C.S. (bocciofilo) Via Aldi, 5

Trigeo è un contadino benestante, ma la Guerra nel Peloponneso, distrugge la sua vita e quella di migliaia di altre persone, per questo, stanco e disperato, decide di recarsi di persona al cospetto di Zeus, per farsi ridare la Pace… Lo farà, nutrendo uno scarabeo stercorario – lasciamo  a voi immaginare con quale cibo – che raggiunte le giuste dimensioni, lo porterà fin sull’Olimpo…

La modernità del linguaggio tipico della Commedia Antica e di Aristofane – in particolare l’assenza della “quarta parete”, la parola esplicita e diretta, l’aderenza alla realtà del contenuto, se pur traslato in visione “favolistica” – sono motivi sufficienti per continuare a rappresentare, e inventarsi modi di rappresentare, queste vicende e questi testi oggi, tanto più se si tratta di un argomento come quello della Pace e della Guerra, tanto più se i meccanismi denunciati da Aristofane sono ancora gli stessi che regolano il nostro presente.

Il Teatro Studio, Compagnia eclettica nei generi, ma sempre attenta ai contenuti, ha attinto al testo originale rielaborando solo quel tanto necessario a riportare il testo su un piano atemporale ed universale – Aristofane parla al suo tempo, alla sua città, ai suoi concittadini – e realizzando una messa in scena ritmata, colorata, a tratti grottesca e indubbiamente fruibile da un pubblico molto variegato, sia per età che per formazione.

Interpreti:

Daniela Marretti, Enrica Pistolesi, Luca Pierini, Mirio Tozzini

Regia:

Mario Fraschetti

“Io questa storia, gliela racconto…” – reading musicale

teatro studio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

12 febbraio 2013 – ore 17.00

Portale degli Etruschi – Massa Marittima (GR)

“IO QUESTA STORIA, GLIELA RACCONTO…”

reading musicale

da “La vita Agra”
di Luciano Bianciardi

“I minatori della Maremma”
di Bianciardi – Cassola

“La nascita dei minatori della Maremma”
a cura di Velio Abati

poesie di Morbello Vergari

Lo spettacolo è promosso dal Comune di Massa Marittima e l’Università dell’Età Libera

Un lavoro dedicato all’impegno di Luciano Bianciardi nei confronti del mondo del lavoro: le miniere, le condizioni di lavoro dei minatori, i paradossi del potere.

Attraverso gli scritti raccolti in “I Minatori della Maremma” di Bianciardi-Cassola e ne “La nascita dei Minatori della Maremma” a cura di Velio Abati, si ripercorre il lavoro di minuziosa indagine e denuncia dell’autore e degli autori, che nella descrizione della tragedia di Ribolla de “La vita agra”, trova il suo più poetico e tragico epilogo.

La forma artistica prescelta è quella della lettura scenica con musica dal vivo, in cui le voci degli attori si intrecciano con la musica e le testimonianze della gente, rincorrono pagine di giornalismo e letteratura, per un risultato che apre lo sguardo su un autore straordinario e al tempo stesso su un problema ancora vivo e non risolto come quello del lavoro, della sicurezza, delle morti bianche, del potere economico che tutto travolge in un assurdo delirio di autoconservazione.

Nella lettura, a tratti drammatizzata per resistituire colore agli eventi, trova spazio anche un’altra voce, una tra le tante, quella di Morbello Vergari, che ha saputo rendere in pochi versi, l’amore-odio che lega l’uomo al suo lavoro.

voci recitanti: Luca Pierini, Enrica Pistolesi, Daniela Marretti

chitarra elettrica: Massimo Pallini

musica: Massimo Pallini

regia: Daniela Marretti

 

 

Pagina 15 di 20« Prima...10...1314151617...20...Ultima »